Potatura invernale di alberi e siepi | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
** Facciamo il punto sui servizi attivi. **
Potatura invernale di alberi e siepi

Potatura invernale di alberi e siepi

Le piante che perdono le foglie in inverno si potano nella fase di riposo, quando occorre governare la dimensione e lo sviluppo armonioso. Il taglio di rami di grosso spessore è da evitare; se necessario, va fatto osservando con attenzione la struttura di un albero per conservare equilibrio. Un taglio severo favorirà la nascita di molti rametti sottili. I rami segati vanno protetti con un mastice per evitare l’ingresso di malattie fungine e insetti.

Per modificare moderatamente la forma di un albero, si interviene in inverno. Se desiderate contenere le dimensioni per avere un portamento svettante e raccolto, per non ombreggiare la casa, tagliate i rametti all’ascella di una branca di rami verticale, per aiutare lo sviluppo in altezza. Se viceversa preferite un portamento allargato, per avere ombra durante l’estate, recidete i rami all’ascella di un ramo orizzontale per favorire l’ampliamento della chioma.

Il lavoro di potatura richiede cesoie e troncarami di alta qualità proporzionali alla propria mano, oppure un seghetto multiuso con lama dentata e impugnatura ergonomica. Per i rami di grosso spessore occorre un’elettrosega (potenza minima consigliata 1800 w o più).
Per dimezzare i tempi di potatura e ridurre l’impegno faticoso, è utile abituarsi a stendere nell’area di lavoro, dove cadranno i rami e le foglie recise, uno o più ampi teli di plastica.
A lavoro ultimato basterà solo raccogliere i lembi del telo e svuotarne il contenuto nel biotrituratore o nel cassonetto dei rifiuti organici, anziché passare più volte con il rastrello, con la scopa e con la carriola.