Il kaki | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Il kaki

Il kaki

Chiamato anche diosporo o loto, il kaki o caco (Diospyros kaki) ha altezza massima di 4-8 m con chioma ampia 4-6 m.
Di crescita lenta, è facile da coltivare e adattabile a diversi tipi di terreno; da giovane è sensibile al gelo.
Gradisce una concimazione standard annuale, prima della fioritura (maggio-giugno).
In giardino si usa anche come ornamentale: in primavera-estate ha un bel fogliame folto e verde scuro, che assume poi gradevoli tonalità autunnali. Alla caduta delle foglie i grossi frutti decorano i rami spogli.

MATURAZIONE DEI FRUTTI

I frutti si raccolgono nel mese di ottobre, colorati ma ancora sodi.
La varietà impollinatrice si può mangiare croccante ai primi di ottobre. I frutti delle altre varietà si fanno maturare in cassetta, distribuiti in un unico strato e in luogo fresco (si conservano anche per 2 mesi a temperatura di 5 °C).

VARIETA’

kako tipoKaki “Tipo”

Pianta vigorosa, con frutti di forma globosa, di colore giallo che a maturazione assumono un bel tono arancio. La polpa è dotata di alto valore nutritivo.

 

 

 

kako mela impollinatoreKaki “Mela” (Impollinatore)

Pianta medio vigorosa, con frutti medio grossi, che a maturazione assumono un bel colore arancio. La polpa è dotata di alto valore nutritivo.

 

 

 

kaki vanigliaKaki “Vaniglia”

Varietà di media vigoria che produce in ottobre frutti tondi-appiattiti: alla raccolta hanno la buccia giallo-arancio che a maturazione diventa bronzea.
La qualità della polpa è buona, di sapore dolcissimo. Per la gran produzione di fiori maschili la pianta è usata anche come impollinatrice.