Carnivore: trappole micidiali che arrivano dalla notte dei tempi | VIRIDEA

Carnivore: trappole micidiali che arrivano dalla notte dei tempi

Trappole a scatto, adesive, a nassa, ad ascidio…

In natura vivono in ambienti le cui condizioni di vita sono proibitive per altre specie vegetali. Terreni acidi, senza calcio e con bassissime quantità di elementi nutritivi, come il fosforo, il potassio o l’azoto.

E allora hanno sviluppato straordinari meccanismi di cattura che prevedono un’alimentazione a base di insetti o piccoli animali.

Nei nostri Garden troverete uno spazio dedicato, nel quale potrete trovare le piante carnivore più comuni e quelle meno conosciute. Siano esse piccole o esemplari, affascineranno grandi e piccini, perché il mondo delle carnivore è tutto da scoprire

I consigli dei nostri esperti per la coltivazione delle carnivore

Pinguicula, più conosciute come erbe unte

Comunemente chiamate ″erbe unte″…

Dionea, l’acchiappamosche americana

L’insettivora pigliamosche

La Sarracenia

Il genere Sarracenia appartiene alla famiglia delle Sarraceniaceae e comprende 8 specie. Sono tutte erbacee perenni originarie del nord America.

Pinguicula

Il genere Pinguicula appartiene alla famiglia delle Lentibulariaceae e comprende circa 80 specie, di queste solo 4 sono annuali.

La Nephentes

Proviene da alcune aree del Madagascar, dell’Australia e dalle foreste tropicali asiatiche.

Drosera

Il genere Drosera appartiene alla famiglia delle Droseraceae e comprende circa 150 specie.

Dionaea Muscipula

Una delle piante carnivore più note.

Le piante carnivore

Sono piante insolite che suscitano entusiasmo a tale punto che certe specie sono ormai più presenti nelle nostre serre che in natura.