La psittacosi dei pappagalli | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
La psittacosi dei pappagalli

La psittacosi dei pappagalli

La psittacosi è una malattia virale, sostenuta da Miyagawanella psittaci, ed è considerata una zoo-antroponosi, ossia un’infezione trasmissibile dagli animali anche all’uomo.

I pappagalli presentano sintomi neurologici, sonnolenza ed abbattimento dello stato del sensorio, inappetenza fino all’anoressia, e talora diarrea, disidratazione e conseguente forte sete.

Essenziale è l’igiene dell’allevamento di provenienza e del negoziante rivenditore.

La terapia è sintomatica tuttavia difficilmente si ottiene una remissione che implichi l’eliminazione dell’agente causale. Molto più spesso si corre il rischio di formare dei portatori sani che purtoppo continuerebbero a diffondere l’infezione.

Dott- Marco Gentile
Medico Veterinario
Albo 1622 Torino