Una parete di fiori… con pochissime cure | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
** Facciamo il punto sui servizi attivi. **
Una parete di fiori… con pochissime cure

Una parete di fiori… con pochissime cure

In balcone, ecco le fioriture rampicanti più facili e di lunga durata, per il sole e per l’ombra, e qualche idea per pareti verdi anche in casa.

 Le piante rampicanti sono importanti sia per la decorazione che per migliorare la vivibilità e la privacy, con il vantaggio di utilizzare poco spazio a terra: un pregio importante in balcone. Su pannelli grigliati formano schermi contro gli sguardi indiscreti e contro il vento. Inoltre, il verde verticale ha una funzione di coibentazione, protegge dal surriscaldamento e nasconde il cemento.
Fiori e foglie in verticale
Al sole, in vasi profondi, crescono rapidamente glicine, bignonia, vite canadese,  gelsomino vero (nei climi miti) e falso gelsomino o rincospermo, che resiste al gelo. In ombra parziale, splendide le clematidi dai grandi fiori e il profumato caprifoglio. In vasi di media dimensione coltivate l’ipomea, il pisello odoroso e il nasturzio, che nascono e crescono da seme con grande rapidità.
Una parete verde in casa
In ambienti interni, ai piedi di un grigliato ben esposto alla luce, si possono collocare cassette profonde con l’instancabile pothos, i vari tipi di filodendro rampicante, il cissus, la columnea che produce fiorellini rossi (ma è più delicata), la robusta fasthedera e l’edera classica, molto resistente se l’ambiente è fresco e luminoso, dove svolgerà anche un’utile azione depurativa dell’aria.
Le pareti vegetali: un miracolo della tecnologia vivaistica
Esistono speciali strutture che consentono di ottenere una folta copertura di piante in verticale; sono complete di sistema di irrigazione. Sono piuttosto costose e richiedono il periodico intervento di un professionista per la loro cura e manutenzione, ma l’effetto è spettacolare in casa e perfetto anche per uffici, negozi, hotel, ristoranti.
Come scegliere e preparare i vasi per le piante rampicanti
Occorre utilizzare cassette molto profonde, minimo 40 cm se si vuole ottenere un bel risultato in breve tempo. Sul fondo va steso uno strato di biglie d’argilla e un buon terriccio di alta qualità, universale o per fioriere. Tutte le rampicanti in vaso richiedono concimazione regolare ogni 12-15 giorni con un fertilizzante universale o per piante da fiore.
Rampicanti per l’ombra
In ombra totale poche sono le rampicanti di successo: edera di ogni tipo, ortensia rampicante (Hydrangea petiolaris, resistente al gelo, con larghi fiori bianchi a fine primavera) e Ficus repens (nei climi miti) danno buoni risultati. In ombra parziale (sole alla mattina) fioriscono rampicanti esotiche come la thunbergia (fiori gialli con cuore nero) e la dipladenia, da concimare con generosità.

IL CONSIGLIO

  • I bei fiori della passiflora, chiamata anche “fiore della passione”, sono seguiti da piccoli frutti commestibili, un po’ aciduli. Ottima in terrazzo, in vasi profondi.
  • Il gelsomino giallo non è rampicante ma ricadente; i rami si possono però portare e fissare verso l’alto. Da gennaio a marzo è coperto di brillanti fiorellini gialli.
  • L’actinidia kolomikta è una “cugina” del kiwi da frutto; le bellissime foglie hanno la punta rosa o bianca. Per posizioni con sole solo alla mattina.