Quando il verde è proprio per tutti | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Quando il verde è proprio per tutti

Quando il verde è proprio per tutti

In terrazzo e in giardino può rendersi necessario applicare criteri di accessibilità per garantire la sicurezza e la fruibilità anche a chi ha problemi di mobilità a causa di traumi, malattie, età… Ma anche per permettere il transito di passeggini, bimbi in triciclo o bici.
Un giardino o terrazzo accessibile è, per definizione, privo di barriere architettoniche.
Una scelta che non necessariamente è legata a problemi di disabilità; un ambiente privo di scalini e percorsi difficili sarà perfetto anche per persone anziane, che vengono favorite e incentivate a utilizzare lo spazio aperto. E si rivela fondamentale per chi ha bambini piccoli: il passaggio di carrozzine e passeggini, di tricicli e biciclettine, così come di roller, monopattini e skate, sarà reso facile e privo di rischi.
Via le barriere con soluzioni smart
Gradini e scalinate sono l’ostacolo più frequente negli ambienti outdoor. Si possono risolvere con rampe in legno o cemento, tenendo conto del fatto che una pendenza superiore all’8% non è affrontabile da una persona in sedia a rotelle senza un accompagnatore o senza motore elettrico. Il dislivello può essere superato anche con l’impiego di un montascale da esterno, che non richiede opere murarie importanti. Attenzione anche ad altri elementi che riducono la fruibilità: vialetti stretti e tortuosi, porte e cancelli difficili da aprire, fioriere o arredi collocati sui punti di passaggio, un suolo irregolare e sdrucciolevole che andrà sostituito con una superficie antiscivolo, requisito di sicurezza valido per tutti, anche per chi è in perfetta salute: basta una distrazione per scivolare e farsi male.
Orti e fiori a portata di mano
Una scelta fondamentale dello spazio senza barriere è quella di creare aiuole rialzate, distanti fra loro il necessario per passare bene anche con sedia a rotelle e di larghezza modesta, per raggiungere agevolmente il centro dell’area con le braccia. La prima a trarre beneficio dalle aiuole sopraelevate è la nostra schiena, non essendo necessario chinarsi; l’aspetto estetico è garantito, e questa soluzione avvicinare i bambini al piacere e alla conoscenza della natura, ammirando un mondo a portata dei loro occhi.