Musa basjoo (Banano giapponese) | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Musa basjoo (Banano giapponese)

Musa basjoo (Banano giapponese)

Il musa basjoo, chiamato anche banano giapponese, come tutti i banani, segue le palme per fama e diffusione tra gli appassionati di piante tropicali. Il primo tra i “banani” a farsi conoscere è stato certamente Musa basjoo, di origine giapponese: diffusissimo nei giardini sui laghi, ma anche nei cortili di città riparati dal vento, esso riesce, negli anni favorevoli (dunque sempre più spesso nell’ultimo periodo) a fiorire e ad abbozzare la formazione del casco. Considerato in genere degli alberelli, in realtà gli appartenenti al genere Musa sono erbacee perenni che muoiono dopo aver fiorito e fruttificato (maturano le banane solo se in pieno sole).
Non sopporta temperature inferiori ai 10 °C. Deve crescere al riparo dal vento (può rovinare le foglie giovani) e dal gelo (soprattutto in primavera). In molti casi è quindi preferibile coltivarlo in grossi vasi. Annaffiatelo regolarmente, evitando però che l’acqua ristagni intorno alle radici, e concimatelo durante la stagione vegetativa così come una qualsiasi pianta da fiore.
Famiglia: Musacee
Origine: Cina del sud
Fioritura: estate
Altezza e diametro: 3-4 metri
Esposizione: pieno sole, mezz’ombra, al riparo dai venti freddi
Per saperne più: Giardinaggio N° Gennaio/Febbraio 2009
Foto: ©Giardinaggio