Il gatto persiano | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Il gatto persiano

Il gatto persiano

Il gatto Persiano è un “nobile” che arriva dall’Oriente.

STORIA ED ORIGINI
I gatti a pelo lungo erano sconosciuti in Europa fin dalla metà del XVI secolo. I primi antenati del gatto Persiano sono stati importati dalla Persia (l’Iran attuale), nel XVII secolo. Questi gatti furono molto apprezzati dall’aristocrazia europea. Nella prima metà del XIX secolo, alcuni “Persiani”, allevati in Italia e introdotti in Francia e in Inghilterra, furono incrociati con dei “Persiani” di origine turca. Alla fine del 1800 fu organizzato un programma di allevamento e di selezione da alcuni allevatori britannici. Furono praticati degli incroci con dei gatti Angora per migliorare il pelo. Del resto, fu intrapreso un lavoro sistematico per estendere la gamma di colori e di motivi che attualmente annoverano più di 200 varietà. Il gatto Persiano, senza dubbio la razza più famosa al mondo, ha probabilmente partecipato alla creazione del Gatto sacro di Birmania e del British Shorthair.

CARATTERE
Gatto placido, calmo, flemmatico, sedentario, è perfettamente soddisfatto dalla vita in appartamento. Socievole, pacifico, mai aggressivo, dolce e molto affettuoso, manifesta un grande attaccamento al suo padrone. Vive facilmente con i suoi simili, i cani e i bambini. Nei confronti degli estranei, si mostra più distaccato. Per il suo equilibrio, ha bisogno di una vita tranquilla. Sopporta la solitudine. I suoi miagolii sono rari e discreti. L’età adulta è raggiunta intorno ai 2 anni. La sua pubertà è tardiva (circa 12 mesi). Scarsa prolificità e parto difficile. La tolettatura (spazzolatura, pettinatura e lavaggio) è un dovere non trascurabile. La lunghezza dei peli favorisce la formazione rapida di nodi e di ciocche: è quindi fondamentale sbrogliare la pelliccia tutti i giorni. Gli occhi, che lacrimano frequentemente, devono essere puliti regolarmente.

MORFOLOGIA
Testa : Rotonda, massiccia, a cupola. Cranio molto largo e rotondo. Fronte arrotondata. Guance rotonde, piene. Zigomi forti e prominenti. Naso corto, largo, a volte leggermente all’insù. Break marcato tra i due occhi. Muso corto e largo. Mento forte, pieno, ben sviluppato. Mascelle larghe e possenti.
Orecchie : Piccole, arrotondate alla punta, molto distanziate. Non troppo aperte alla base, ben pelose all’interno.
Occhi : Grandi, rotondi, ben aperti, distanziati. Il colore intenso e profondo corrisponde a quello della pelliccia (da oro a rame per tutti i colori; verde nei Cincillà, silver e golden; blu nei colour point; impari in alcuni bianchi).
Collo : Corto, forte, ben muscoloso.
Corpo : Da medio a grande, massiccio (cobby), possente. Petto largo e profondo; spalle e anche della stessa larghezza. Schiena larga e corta. Addome corto. Ossatura corta e massiccia. Muscolatura soda e ben sviluppata.
Zampe : Corte, forti, dritte. Ossatura possente, muscolatura ben sviluppata. Piedi larghi, rotondi. Lunghi ciuffi di pelo tra le dita.
Coda : Corta, proporzionata al corpo, con pelo molto lungo a formare pennacchi. Portata abbastanza bassa.
Mantello : Pelliccia di una grande finezza con un pelo e un sottopelo allungati. Pelame denso, setoso e lungo su tutto il corpo (in media 10 cm e fino a 20 cm al collare). Tutti i colori sono riconosciuti.
Difetti : Testa lunga o stretta. Naso lungo, muso stretto, prognatismo evidente. Orecchie grandi, appuntite, troppo ravvicinate. Occhi piccoli, inclinati, di colore troppo sbiadito. Corpo stretto, fine, lungo, alto sulle zampe. Coda troppo lunga. Piedi ovali, dita lunghe.Squalifica: medaglioni o bottoni; nodo alla coda, grave malformazione delle mascelle.