Il piccolo cane Jack Russell Terrier, lord inglese | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Il piccolo cane Jack Russell Terrier, lord inglese

Il piccolo cane Jack Russell Terrier, lord inglese

Il piccolo cane Jack Russell Terrier lord inglese, porta il nome del suo creatore, come in cinologia era già successo ad esempio per il Dobermann ed il Landseer. Il pastore anglicano Parson Jack Russell infatti si distingueva in Gran Bretagna oltre che per i suoi sermoni, soprattutto come allevatore di cani di razza Terrier. Il suo nome compare fra i più blasonati allevatori di Fox Terrier il cane anglosassone per antonomasia nella caccia alla volpe.

Sempre nell’ottica di selezionare un piccolo Terrier adatto alla caccia di animali selvatici in tana, il pastore Russell inventò questo cagnetto subito distintosi tra fine Ottocento e la Prima Guerra Mondiale per coraggio, astuzia, velocità ed attenzione.

Dopo un periodo di grande utilizzo in campagna e fama venatorio il Jack Russell fu messo un po’ da parte divenendo quasi un cane raro, per ricomparire verso gli anni Novanta del Novecento alle corse dei cavalli e nelle gare equestri di salto ostacoli, come cane da compagnia degli amanti dell’equitazione inglese.

Da lì prepotentemente il Jack Russell ha ritrovato ampia diffusione come cane da compagnia di piccola taglia, ed oggi è diffusissimo cane da città.

Dal carattere festoso è un cagnolino instancabile che necessita di molto movimento e di potere giocare magari al lancio ed al riporto della palla.

Esiste nella varietà a pelo corto ed a pelo lungo, nel colore bianco sempre macchiato, in modo maggiore o minore di nero, fulvo e marrone. La sua altezza è stabilita per standard in 30 cm. al garrese. Gli occhi sono scuri ed un poco infossati; le orecchie sono ricadenti e portate larghe, la coda è diritta ed in perenne movimento.

Il Jack Russell è un cane tutto pepe e muscoli che deve potersi stancare quotidianamente per evitare di manifestare tic e comportamenti stereotipati dovuti allo stress da noia.

Dott. Marco Gentile, Medico Veterinario, Albo 1622 Torino