GDV, dilatazione-torsione gastrica | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
GDV, dilatazione-torsione gastrica

GDV, dilatazione-torsione gastrica

La GDV dilatazione-torsione gastrica è un problema piuttosto frequente in cani di taglia medio-grande e può portare alla morte del soggetto se non si interviene per tempo, per questo è importante che il proprietario sia in grado di riconoscere la dilatazione-torsione gastrica per poter intervenire in modo tempestivo portando il proprio cane dal Medico Veterinario che interverrà immediatamente per risolvere la situazione.
Di cosa si tratta? In termini non tecnici, nella “dilatazione semplice” al cane si gonfia lo stomaco di aria o materiale schiumoso, mentre nella “torsione” al cane si torce lo stomaco su sé stesso, provocando una dilatazione oltre le normali dimensioni.
Quali sono i sintomi? Si nota il cane sdraiato, depresso, con addome dilatato. Può mostrare dolore e inarcare il dorso. Sono comuni i conati non produttivi, la salivazione esagerata e l’agitazione con difficoltà respiratorie, dovute alla compressione dello stomaco sul diaframma.

Fattori predisponenti che possono incrementare significativamente il rischio di GDV in un cane, sono:
o Cani di grossa taglia a torace profondo (Alano, Weimaraner, San Bernardo, Pastore Tedesco, Setter irlandese e Gordon, Dobermann); ma anche cani di taglia media (Sharpei, Bassetthound) e raramente cani di piccola taglia.
o Somministrazione di un solo pasto al giorno
o Voracità nell’ alimentarsi
o Eccessiva introduzione di acqua
o Condizione fisica di sottopeso
o Sesso maschile

La GDV può verificarsi in animali di qualsiasi età, ma è più comune nei cani di mezza età o anziani. Il rapporto profondità/ampiezza del torace sembra essere decisamente correlato col rischio di meteorismo.

Raccomandazioni
o La cosa più importante è cercare immediatamente l’assistenza veterinaria non appena si notano i sintomi sopra descritti. Se il vostro Medico Veterinario di fiducia non fosse reperibile, rivolgetevi ad un Pronto Soccorso Veterinario.

A livello preventivo:
o E’ importante alimentare i cani con più pasti, almeno due al giorno.
o Evitare lo stress durante l’ alimentazione (se presenti più cani separarli durante il pasto).
o Evitare l’ esercizio prima e dopo il pasto e dopo l’ingestione di molta acqua.
o Non utilizzare le ciotole sollevate dal suolo.
o Non far riprodurre cani con parentela di primo grado con soggetti con anamnesi di GDV.
o Nei cani ad alto rischio prendere in considerazione la gastropessi, un’operazione preventiva (chiedete consiglio al vostro Medico Veterinario di fiducia)
Bibliografia: Chirurgia dei piccoli animali- Th. W. Fossum

Scopri come mantenere in forma il tuo cane!

I migliori consigli per l'alimentazione, le vaccinazioni e i suggerimenti per un cane felice e in forma.