Malanni delle tartarughe | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Malanni delle tartarughe

Malanni delle tartarughe

I malanni delle tartarughe anche con le più appropriate condizioni ambientali e cure se sottovalutati o non curati, possono avere conseguenze anche gravi.

Il raffreddore
Freddo, sbalzi di temperatura e correnti d’aria causano ai rettili malattie da raffreddamento. Inoltre, gli abitanti dell’acquaterrario si ammalano facilmente se tra la temperatura dell’acqua e quella dell’aria esiste una differenza superiore ai 5°C.  Il sintomi delle malattie da raffreddamento sono starnuti, rantoli e secrezioni di muco da naso, occhi e bocca. La cura è da iniziare immediatamente prima che questi raffreddori non curati diventano a breve cronici e si trasformano poi in polmonite! E’ necessario aumentare la temperatura ed eliminare ogni corrente d’aria.
Sono inoltre disponibili in commercio prodotti specifici per la cura di questi disturbi, da aggiungere al cibo.

L’inappetenza
Se l’inappetenza non è dovuta ad un’alimentazione eccessiva (in questo caso è sufficiente lasciare l’animale a digiuno per alcuni giorni), le cause possono essere tra le più svariate.  Per esempio lo spostamento da un ambiente noto ad un altro sconosciuto, uno shock, cibo nuovo, l’avvicinarsi del periodo di letargo… Spesso sono apatici e privi di appetito dopo malattie o dopo il riposo invernale, con temperature dell’acqua o dell’ambiente troppo basse.

La stitichezza
Mancanza di movimento ed una alimentazione povera di fibre portano a stitichezza. Le conseguenze sono inappetenza e forti dolori.  L’attività motoria viene favorita da alte temperature bisogna quindi portare la temperatura ambiente del terrario a 30°C per tutto il periodo del trattamento. E’ inoltre necessario fare giornalmente un bagno tiepido all’animale e lasciare a sua disposizione uno spazio sufficiente che gli permetta di muoversi, tutto a vantaggio del metabolismo che viene automaticamente stimolato.

La diarrea
Questo disturbo può essere causato da temperature troppo basse, acqua da bere troppo fredda, mangime avariato o non adatto, oppure scarsa igiene.  Come primo ed immediato rimedio, si devono verificare le condizioni igieniche e portare la temperatura del terrario o dell’acquaterrario a 30°C.  Per prevenire ogni forma di diarrea bisogna osservare una massima attenzione sulle condizioni igieniche degli animali e mantenere le temperature sufficientemente alte. Sia il cibo che l’acqua da bere devono essere “serviti” a temperatura ambiente nel quale vivono i rettili.  Oltre a seguire i nostri consigli, sono disponibili in commercio prodotti specifici per la cura di questi disturbi, da aggiungere al cibo dell’animale.  Nel caso l’animale continui a presentare malessere è bene chiedere consiglio ad uno specialista o farlo visitare da un veterinario.

Hai letto il focus sulle TARTARUGHE DI TERRA?

Scopri il mondo lento ma affascinante delle testuggini, il nome corretto per le tartarughe di terra.