La riproduzione della cavia peruviana e porcellino d'India | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
La riproduzione della cavia peruviana e porcellino d’India

La riproduzione della cavia peruviana e porcellino d’India

Cavia peruviana e porcellino d’indiasono ospiti frequenti delle nostre case. Le cavie peruviane, a pelo folto e riccio, o a pelo più corto e liscio (porcellini d’india) sono fra loro fertili, trattandosi di varietà diverse della stessa specie, e pertanto anche l’ibridazione è possibile. Entrambi sono docilissimi animali da compagnia, opportuni anche per i bambini non troppo grandicelli, perché pressochè incapaci di mordere e sufficientemente tranquilli da farsi prendere in mano senza tentare fughe repentine. La loro è una gestione semplice, tanto che mi permetto di consigliare l’esperienza della riproduzione di una coppia.

La femmina è fertile già a 3-4 mesi di età, il maschio lo è a tre. Il momento opportuno per l’accoppiamento, cioè l’estro o calore, è ben evidente: la femmina girovaga per la gabbia piagnucolando e squittendo e, se la si accarezza sulla groppa, manifesta di gradire fermandosi e atteggiando lordosi della spina dorsale.

La gestazione dura parecchio: dai 60 ai 70 giorni. Molto importante è che la femmina partorisca prima dei 7 mesi di età: a causa delle discrete dimensioni dei cuccioletti, 2-3 giorni prima del parto inizierà la dilatazione del bacino; una volta avuto il primo parto la sinfisi pubica non si salderà più garantendo un idoneo canale del parto, se invece la cavietta avesse più di 7 mesi, le ossa del bacino sarebbero ormai saldate e calcificate e non sarebbe più possibile la giusta dilatazione, onde l’obbligo di un parto cesareo.

Nasceranno dai 2 ai 5 caviettini già col pelo, gli occhi aperti, in grado di camminare e mangiottare: in pratica degli adulti in miniatura! Il maschio, papà dei piccoli, può rimanere insieme alla femmina durante tutta la gravidanza e finanche durante il parto senza rischio che faccia del male ai neonati o disturbi la compagna.

Può avere gravidanze fino ai 4-5 anni di età senza risentirne come indebolimento di salute purché, logicamente, sia correttamente alimentata e dimostri vivacità e benessere. Le piccole cavie saranno allattate per tre settimane, benché già dal terzo-quarto giorno siano in grado di ingerire il classico cibo solido delle cavie adulte.

DR.MARCO GENTILE MEDICO VETERINARIO ALBO 1622 Torino A