Il comportamento nei primissimi mesi di vita del cane | VIRIDEA
Il comportamento nei primissimi mesi di vita del cane

Il comportamento nei primissimi mesi di vita del cane

Il comportamento nei primissimi mesi di vita del cane è importante e delicato per lo sviluppo corretto del nostro piccolo amico.
Ciò che avviene nei primi mesi di vita è, infatti, decisivo e talvolta le conseguenze di errori in questo periodo possono essere irreversibili.
Per questo motivo è importante conoscere le esigenze del cucciolo per prevenire future patologie del comportamento.
Di seguito riportiamo alcune nozioni essenziali per partire con il piede giusto.

1) Il cucciolo deve restare con la madre ed i fratellini fino ai 2 mesi di vita!
E’ importante non separare i piccoli dalla loro madre: è lei che gli insegna tutti i comportamenti corretti ed essenziali per loro vita futura, come la calma, l’autocontrollo, la regolazione del morso e li educa così ad essere dei bravi compagni per la futura famiglia che li adotterà.
Verifichiamo, quindi, che l’allevatore lasci i cuccioli con la loro madre e gli permetta di interagire con lei.
L’età giusta per portare a casa un amico a quattro zampe è di due mesi.

2) Il cucciolo deve essere allevato in un ambiente stimolante
Un cucciolo che sia nato e cresciuto in un ambiente povero di stimoli, privo di rumori, odori e con ridotti contatti con l’uomo, diventerà probabilmente un adulto timido e pauroso.
Prima di adottare un cucciolo, quindi, andiamo a vedere il luogo in cui si trova e cerchiamo di verificare il modo in cui viene allevato nei suoi primissimi mesi di vita

3) Una volta adottato il cucciolo, dobbiamo stimolarlo e socializzarlo
I primi mesi di vita con noi sono i più critici: i cuccioli dovranno familiarizzare non solo con l’ambiente che li circonda, ma anche e soprattutto con gli esseri umani e con gli altri cani (2). Gli studi effettuati in tutto il mondo hanno rilevato che nei primi tre-cinque mesi di vita è di vitale importanza mettere a contatto il cucciolo con molte e diverse persone (adulti, bambini di età differenti, persone vestire in modo strano, etc), con cani di tutte le età, razze e taglie. E’ altrettanto importante permettere al piccolo di sentire diversi rumori e suoni e visitare ambienti il più variegati possibili (città, mercato, stazione, etc). Se questo non accade, purtroppo avremo alte probabilità di trovarci con un cane adulto che non saprà comportarsi correttamente con i suoi simili o con l’essere umano e che avrà paura di tutti gli stimoli che lo circondano, come le macchine, i rumori, gli oggetti, etc. Se invece gli faremo vivere tante esperienze piacevoli e diverse diminuiremo le probabilità che si sviluppino comportamenti inadeguati come paura o aggressività. Un’ottimo modo per partire con il piede giusto è frequentare fin da subito un corso Puppy Class in un Centro Cinofilo. Questi corsi sono ideati proprio per i cuccioli ed affrontano la socializzazione e la corretta gestione del piccolo fin dal principio. Prevenire è meglio che curare: l’aiuto di persone più esperte ci permetterà di capire meglio le esigenze del nostro nuovo amico e iniziare fin da subito nel miglior modo possibile!
BIBLIOGRAFIA
(1) K.L. Overall – , 2001;
(2) K.A. Houpt – Il comportamento degli animali domestici – Ed EMSI – Roma, 2000

Sai quali sono i trucchi per migliorare il comportamento del tuo cane?

Alcuni suggerimenti e qualche informazione utile a comprendere quale sia la corretta relazione con il tuo cane.