Composizioni floreali: le regole | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Composizioni floreali: le regole

Composizioni floreali: le regole

Nelle composizioni floreali esistono alcune semplici regole da seguire, che permetteranno alle nostre composizioni di essere gradevoli, visivamente corrette e armoniose.

  • Per prima cosa una composizione dovrà essere proporzionata: proporzionati i fiori tra loro (mai fiori molto grandi vicino a fiorellini piccolissimi), proporzionato il materiale vegetale al contenitore (non è neppure logico disporre un gran fascio di fiori in un bicchiere), proporzionata la composizione all’ambiente in cui è posta (non è il caso di posare un “trionfo” di fiori su una piccola consolle all’ingresso).
  • Sarà inoltre utile considerare con attenzione anche la gradazione dei colori. Se avete un forte senso del colore potete anche azzardare accostamenti di colori forti e contrastanti, ma in caso contrario un consiglio: accostate colori vicini tra loro nella scala cromatica, come il rosa e il rosso, o il giallo, l’arancio e il rosso-arancio; provando le possibili combinazioni, vi accorgerete che seguendo questo consiglio le vostre composizioni acquisteranno armonia. Ricordate poi che il verde del fogliame, sempre presente, sarà l’elemento coloristico utile a rendere il tutto più armonico.
  • Altra componente importante per ottenere una bella realizzazione, sono i contenitori, che non sono soltanto vasi, ma tutto ciò che via via la fantasia o la necessità vi suggeriranno. I contenitori fanno parte della composizione e devono quindi armonizzarsi con essa sia nella scelta del colore, sia nella scelta del materiale di cui sono composti: ad esempio, per un centrotavola su una tovaglia a quadri preferirete un cestino alla vostra bellissima fruttiera in argento.
  • Infine un ultimo consiglio: nella decorazione floreale è bene seguire il principio del “contrasto”. Contrasto di forme, mescolando ad esempio fiori di forma allungata come i delphinium, le bocche di leone, le violacciocche, a fiori di forma ovale come le rose in boccio e i tulipani, o a fiori di forma rotonda come le rose aperte o le gerbere. Questa scelta darà movimento alle nostre creazioni. E poi contrasto di tessuto: fiori e foglie possono essere lucidi, ruvidi, vellutati. Mescolate insieme trame diverse e vedrete il risultato!

SCARICA LA MINIGUIDA ALLE COMPOSIZIONI