Mughetto | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Mughetto

Mughetto

La delicata fioritura del mughetto è sempre uno spettacolo di grazia e bellezza che scalda il cuore. Il mughetto (Convallaria majalis) è una piccola piantina perenne (alta 15-20 cm) che nasce da rizoma, spontanea nei nostri boschi e portata ad autopropagarsi. Molto amato per l’inconfondibile profumo, il mughetto forma tra aprile e maggio esili steli arcuati che portano diversi fiorellini campanulati, bianchi, ma anche rosati in alcune varietà. I fiori emergono tra due foglie lanceolate ed erette, verde acceso, che durano a lungo con un effetto ornamentale. La fioritura, dalla fragranza intensa e dolce, dura alcune settimane se la pianta è in ombra e in terreno umido e fertile.

Utilizzi
In giardino i mughetti sono preziosi per arricchire le aiuole e il primo piano delle bordure. Molto adatti ai giardini in stile naturale, possono illuminare gli angoli ombrosi, creando deliziose macchie e candidi tappeti. Ottimi risultati si ottengono in vaso, da soli o associati ad altre bulbose. Come fiori recisi sono utili per impreziosire piccoli mazzi di fiori e sono molto usati nei bouquet da sposa.

Ambiente
Il mughetto predilige posizioni in mezz’ombra, ma tollera senza problema l’ombra. La posizione ideale è alla base di cespugli che lasciano passare una luce filtrata. Teme il caldo, ma sopporta bene il gelo: un periodo di freddo invernale è necessario per stimolare la fioritura.

Terreno
Vegeta bene in un buon terreno umido, soffice e ricco di humus, va bene un terriccio universale di buona qualità, ottima scelta anche per la coltivazione in vaso. In giardino si moltiplica velocemente, generando veri tappeti se il suolo non diventa secco e arido. La messa a dimora si effettua in autunno, ma anche a fine inverno (febbraio) per prolungare il periodo di fioritura fino a maggio. I rizomi vanno distanziati di circa 8-10 cm.

Acqua
Le piante in vaso necessitano di annaffiature costanti fino alla fioritura; quelle in terra in genere si accontentano della pioggia. In caso di siccità, innaffiare poco e spesso, in modo da evitare i ristagni idrici (non tollerati), ma allo stesso da mantenere il terreno umido. Sospendere quando le foglie ingialliscono e la pianta va in riposo estivo.

Concime
Dall’inizio della primavera si fornisce un fertilizzante liquido per piante da fiore, in dosi minori rispetto a quelle consigliate, ogni 20 giorni nell’acqua dell’irrigazione.

Note
Se trova le condizioni ottimali, si propaga così velocemente da richiedere un diradamento.

Abbinamenti
Una coppia graziosa è costituita dall’edera tappezzante disseminata di mughetti, ai piedi di alberi e cespugli.