Gli scorpioni, inconsueti animali di compagnia | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Gli scorpioni, inconsueti animali di compagnia

Gli scorpioni, inconsueti animali di compagnia

Gli scorpioni, inconsueti animali di compagnia: gli scorpioni reperibili nei negozi di animali come il Pandinus imperator, appartenenti alla classe degli Aracnidi e tutti esotici, possono in appartamento essere alloggiati in contenitori di plastica o di vetro o comunque in terrari di piccole dimensioni ed a prova di fuga.

Ricordiamoci che tutte le specie allevabili sono velenose anche se non mortali per l’ uomo. All’interno della teca nella quale alloggia il nostro scorpione possiamo disporre un substrato di sabbia, e come arredo per lo meno un pezzo di corteccia non tratto da alberi resinosi come le conifere,e un sasso piatto sotto ai quali lo scorpione, crepuscolare, possa nascondersi durante il giorno.

La temperatura, mantenuta per mezzo di lampade ad incandescenza o di tappetini riscaldanti dovrebbe oscillare dai 18 ai 32°C, considerando che le temperature superiori ai 35°C e l’ esposizione diretta ed eccessiva ai raggi solari sono dannosi.

Al neofita consiglierei di alloggiare nella teca uno scorpione alla volta e poi, dopo averne presa una certa confidenza, potrebbe tentare la riproduzione di due scorpioni in cattività. Gli scorpioni assumono la quantità di liquidi loro necessaria dai liquidi fisiologici delle loro prede, tuttavia è buona norma lasciare a disposizione un piccolo contenitore di acqua sufficientemente bassa da non provocare affogamenti.

L’alimentazione degli scorpioni si basa su insetti come le cavallette, i grilli e le farfalle notturne, ma le specie di maggiori dimensioni ed adulte possono cibarsi anche di topolini rosa neonati reperibili nei negozi di erpetologia. Il cibo andrà somministrato a frequenza settimanale o bisettimanale se il nostro scorpione è particolarmente attivo e dinamico.

Per quanto riguarda la riproduzione gli scorpioni si accoppiano senza copula. Maschio e femmina si avvicinano ma non compiono una vera e propria penetrazione per assenza degli organi relativi. Il maschio lascia a terra la cosiddetta spermatofora, cioè un contenitore porta spermatozoi, che aderirà all’ addome femminile. Alcune specie di scorpione sono vivipare, altre invece ovovivipare. Nel caso delle uova degli scorpioni vivipari queste si sviluppano in particolari diverticoli delle gonadi femminili, le ovaie, ed assorbono il nutrimento necessario dall’ intestino cieco dello scorpione madre.

Una volta nati, gli scorpioncini vengono trasportati sul dorso della mamma per circa una settimana. Non appena comunque lasciano il corpo materno andranno alloggiati individualmente per evitare che si mangino fra di loro con fenomeni di cannibalismo.

Gli scorpioni solitamente maturano sessualmente verso un anno di età. Essi sono animali di semplice allevamento, robusti e longevi raggiungendo talora i 3,5- 4 anni di vita.

Gli scorpioni compiono la muta nelle ore notturne, nell’arco di un paio d’ore, e con essa abbandonano il loro vecchio esoscheletro. Lo scorpione che si avvicina al compimento della muta tende a non alimentarsi.

Dott. Marco Gentile, Medico Veterinario, Albo 1622 Torino