Papaveri di carta crespa | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Papaveri di carta crespa

Papaveri di carta crespa

Realizzare bellissimi papaveri di carta crespa è più facile di quanto si pensi. Seguite il tutorial e… buon divertimento!

MATERIALE NECESSARIO

  • Carta crespa da 180 gr. in rosso, arancio, giallo e verde
  • Forbici
  • Colla vinilica e colla gel universale
  • Colla a caldo
  • Colla per tovagliolini
  • Pennello piatto morbido, setola arancione n° 12
  • Pennello tondo n° 4
  • Filo di metallo rivestito diam. 1 mm
  • Filo di metallo verniciato di verde diam. 0,60mm
  • Tronchesino per fili metallici
  • Palline di ovatta bianca diam. 1 cm
  • Pasta a rilievo con beccuccio, colore oro
  • Colore acrilico verde bambù
  • Filo nero in cotone da ricamo
  • Perforatore a fiore
  • Carta velina nera
  • Guttaperca verde (nastro adesivo per fioristi)
  • Porta tovagliolo di legno o anello per tende
  • Nastro decorativo in stoffa
  • Ghirlanda in vimini
  • Rafia verde e gialla
  • Vasetto per fiori recisi

Scarica il cartamodello

Nota: l’altezza dei petali del cartamodello sono rispettivamente: 6 cm petalo grande (per i papaveri da mettere nel vaso), 5 cm petalo piccolo (per il porta tovagliolo e la ghirlanda), 2,5 cm bocciolo

 

PROCEDIMENTO

Foto 1,2: Ritagliare i disegni del cartamodello e sovrapporre la sagoma del petalo sulla carta crespa, in modo che la venatura della carta sia sempre verticale. Ritagliare 4 petali di carta crespa seguendo il margine del cartamodello. Dilatare in senso orizzontale il petalo e poi pressarlo tra le dita, avvitarlo e stropicciarlo un po’, in modo da conferirgli un aspetto più realistico.

2.  3. 

Foto 3: Stendere uno strato leggero di colla vinilica alla base del petalo e stringerlo bene in quel punto. Lasciare asciugare la colla ed eliminare con le forbici la parte più appuntita e indurita della carta alla base del petalo.

3.

Foto 4: Per realizzare il centro del fiore, fissare con la colla gel universale la pallina di ovatta al filo metallico rivestito. Dipingere la pallina con il colore acrilico verde e lasciare asciugare. Con la pasta a rilievo oro realizzare una sorta di asterisco sulla sommità della pallina e lasciare asciugare bene.

4. 

 

Foto 5,6: Per realizzare i pistilli del papavero, avvolgere il filo da ricamo nero intorno a tre dita per 15 volte. Sfilare la matassina ottenuta e legarla al centro con un pezzo di filo. Tagliare con le forbici i due cappi ai lati della matassina.

5.  6.

 

Foto 7,8: Con la colla gel universale, fissare i pistilli neri sul retro della pallina di ovatta precedentemente preparata. Distanziare i pistilli in modo uniforme e regolare la loro lunghezza con le forbici. Con la colla a caldo fissare anche i primi due petali, uno opposto all’altro. Incollare successivamente gli ultimi due petali, in modo sfalsato rispetto ai primi.

7.  8. 

Foto 9: Ritagliare dei riquadri di carta velina nera (circa 5×5 cm) e un riquadro di carta bianca di almeno 80 gr. (tipo carta da fotocopie). Sovrapporre i riquadri e inserirli insieme nel perforatore in modo da realizzare dei fiori di carta velina nera senza che si strappino. Una volta ottenuto un fiore di carta velina, forarlo al centro ed eliminare 4 petali in modo alternato. Inserire nel gambo del papavero il fiore così ottenuto e fissarlo sul retro dei petali con la colla per tovaglioli.

9.

 

Foto 10,11: Per realizzare il bocciolo, fissare la pallina di ovatta al filo metallico rivestito e incollare alla sua sommità un po’ di carta crespa appallottolata. Dal cartamodello del bocciolo, ritagliare due sagome di carta crespa verde, mantenendo la venatura sempre verticale. Dilatare leggermente la carta in senso orizzontale e stendere la colla per tovaglioli sul lato concavo del ritaglio verde. Fare aderire bene la carta crespa alla pallina di ovatta e successivamente fare la stessa cosa con l’altro ritaglio di carta crespa verde. Piegare il filo metallico in modo che il bocciolo sia rivolto verso il basso.

10. 11.

 

Foto 12: Per realizzare i boccioli della ghirlanda, è preferibile realizzare il gambo con il filo metallico più fine e successivamente avvolgerlo nella guttaperca per irrobustirlo. In questo modo il gambo sarà più morbido e flessibile e sarà più facile da avvolgere intorno alla ghirlanda.

12. 

 

Foto 13: Per realizzare il porta tovagliolo, dipingere con il colore verde acrilico l’anello di legno e lasciare asciugare. Creare un papavero con la sagoma del petalo più piccolo e realizzarlo senza il gambo. Realizzare due fiocchi, uno con il nastro in tessuto e l’altro con la rafia verde. Fissare tra loro i fiocchi in modo sfalsato e incollarli, con colla a caldo, sull’anello di legno. Infine fissare anche il papavero al centro dei fiocchi.

13. 

 

Foto 14: Per decorare la ghirlanda in vimini, avvolgerla con qualche filo di rafia verde e con il nastro decorativo in tessuto, fissando le estremità sul retro con la colla a caldo.

 14.

 

Foto 15,16: Incollare un fiocco di rafia gialla sulla ghirlanda. Successivamente fissare sopra il fiocco anche tre papaveri senza gambo (che siano piccoli come quello realizzato per il portatovagliolo). Avvolgere il gambo dei boccioli vicino ai fiori e aggiungere altri fiocchi fatti con la rafia verde e con il nastro in tessuto. Sul retro della ghirlanda fissare con colla a caldo un piccolo cappio di rafia, in modo da poterla appendere.

15.    16.

 

Foto 17: Legare ad collo di un vasetto i fiocchi di rafia e di nastro in tessuto. Inserire nel vaso i papaveri e i boccioli realizzati precedentemente.

17.

 

 

 

Progetto realizzato in collaborazione con Michela Dal Lago Decorazioni

Scopri gli altri tutorial fai-da-te di Viridea! 

Scopri le altre idee per il Fai da te

Tutti i tutorial di Viridea per dare sfogo alla tua creatività.