Creare con le perline | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Creare con le perline

Creare con le perline

Usare perle e perline per creare gioielli o decorare abiti, accessori e arredi è facile e divertente. Basta scegliere le perline più utili ai nostri scopi e predisporre l’attrezzatura necessaria alla loro lavorazione.
Le perline possono avere aspetto, colori e fogge molto differenti tra loro:

  • Conterie: di vetro e tipiche di Murano, sono le più belle e preziose; possono essere trasparenti o smaltate, tonde o a tronchetto (mezze linee). Da non confondere con le perline tonde, che hanno foro più largo delle conterie e sono meno regolari.
  • Cristalli Swaroski: molto luminosi, con svariate forme, misure e colorazioni.
  • Mezzo cristallo: perline di cristallo, sfaccettate e luminose, hanno diverso diametro e colore.
  • Pive: anch’esse di vetro e originarie di Murano, lunghe max 3 cm (più piccole vengono dette mezze pive o pivette); possono essere argentate o trasparenti.
  • Rocaille o Baguette: di vetro, leggermente schiacciate, sono le più comuni. Le prime sono tondeggianti, le seconde di forma allungata. Possono essere smaltate, argentee, trasparenti, metallizzate.
  • Sferiche: di vetro, rotonde, con vari diametri. Possono essere trasparenti, satinate oppure ricoperte di plastica.

Oltre alle perline serviranno poi una serie di materiali e attrezzi di facile reperibilità: forbici, righello e squadra, tronchese, smalto trasparente per unghie (si stende per saldare il filo con le perline e va lasciato asciugare perfettamente), filo di ferro sottile (per realizzare, per esempio, lo stelo dei fiori), nastro biadesivo, colla, piattini per contenere le perline, pinzette a punta rotonda (per formare occhielli e anellini), pinzette a punta rotonda e con interno piatto (per aprire anellini e stringere i fermi), pinzette a punte piatte, filo di nylon (con perle pesanti va utilizzato doppio), filo di acciaio rivestito di plastica (non si strappa e non si logora), fili di rame o di ottone (adatti per fissare le perline su un supporto rigido), filo di seta, bava di nylon (è adatta a perle pesanti), elastici (dorati, argentati, bianchi), cordoncini.

Per saperne di più: Perline e microperline, Giunti Demetra 2006
Foto: ©Archivio Giunti/Arc-en-ciel