Stephanotis floribunda | VIRIDEA
Stephanotis floribunda

Stephanotis floribunda

Lo Stephanotis floribunda è un arbusto perenne dotato di fusti rampicanti e volubili, con foglie sempreverdi e grossi fiori bianchi e profumatissimi, che ricordano i gelsomini. In casa, va coltivata in vasi con strutture ad arco.
CARATTERISTICHE PRINCIPALI
Proveniente dal Madagascar, lo stephanotis ha avuto grande successo come pianta d’appartamento grazie alla bellezza dei suoi fiori bianchi, molto durevoli (da maggio a ottobre), che con il loro aspetto ceroso e il profumo intenso e dolcissimo evocano il gelsomino. Molto grazioso se coltivato su supporto ad arco, è apprezzato anche per il fogliame lucido e scuro.
ESPOSIZIONE
Ama ambienti con luce diffusa e indiretta nei mesi invernali, mentre d’estate va spostato in angoli a mezz’ombra. Temperatura minima: 12-14°C.
Resiste al gran caldo, teme il freddo, non tollera il calcare
IRRIGAZIONE
Esige irrigazioni abbondanti e regolari durante la fioritura e la stagione vegetativa. D’inverno, il terriccio va mantenuto appena umido.
CONCIMAZIONE
Concimazioni regolari da aprile all’estate, ad intervalli settimanali, con concimi liquidi a basso tenore d’azoto. Sospendere gli interventi in inverno.
RINVASO E CURE
Va rinvasata annualmente. Si utilizzano vasi profondi che siano in grado di sostenere un’adeguata struttura di ferro o un graticcio. Cresce bene in suoli leggeri ma un po’ acidi, con terriccio da vaso, torba e un po’ di sabbia.
UTILIZZO
Come rampicante su sostegni verticali o tralicci ad arco, in vaso in appartamento.
CURIOSITA’ E NOTIZIE UTILI
Quando va rinvasato, bisogna sostituire anche il traliccio o tutore con uno di dimensioni adeguate. È noto anche con il nome comune di “falso gelsomino” (da non confondere con il Trachelospermum, il falso gelsomino da esterni). Alla fine di febbraio va potato, asportando i rami secondari e deboli.

Consulta, scarica e stampa la nostra scheda sullo Stephanotis floribunda.