Schefflera | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Schefflera

Schefflera

Bella pianta polinesiana, la schefflera (Schefflera) ha foglie grandi e ornamentali che la fanno amare molto come pianta d’interno. Robusta e resistente, molto longeva, cresce lentamente e si adatta bene alla scarsità di luce tipica degli appartamenti. Aggraziata nel portamento, ha fusti alti e flessibili e foglioline lucide disposta a cerchio all’apice degli steli. Può durare anche 20 anni se coltivata in vasi di dimensioni adeguate. S. actinophylla è la più diffusa: ha foglie composte, formate da 5 foglioline; la specie nana è S. arboricola (con foglie composte da almeno 7 foglioline), disponibile anche in varietà con variegature molto decorative come “Green Golden”, con foglie variegate di verde brillante; “Variegata”, maculata di giallo; “Wortii”, con margini bianchi.

Utilizzi
Nei nostri climi è adatta alla coltivazione in appartamento, dove diventerà nel tempo una presenza importante (altezza 2-2,5 metri e diametro 60-90), ma sempre molto leggera e aggraziata. Si adatta anche ad arredare ambienti piccoli, scegliendo varietà nane.

Ambiente
Ama gli ambienti umidi e freschi; tollera il caldo se viene protetta dai raggi diretti del sole, e il freddo solo fino a + 12 °C. Si coltiva in posizione ben illuminata. Può tollerare discretamente le esposizioni in penombra, crescendo però più lentamente; le varietà a foglia variegata richiedono più luce. In primavera ed estate può essere traslocata all’aperto, in posizione riparata dal vento e dal sole.

Terreno
Si pianta in contenitori di almeno 15-20 cm, con terriccio per piante verdi. Le piante giovani si rinvasano ogni anno in aprile, accrescendo via via le dimensioni del vaso; per le piante adulte, nel vaso definitivo, ci si può limitare a sostituire il terriccio superficiale ad anni alterni.

Acqua
In estate si bagna 2-3 volte per settimana, in inverno basta una sola volta. Aumentare l’umidità nell’aria vaporizzando regolarmente acqua sul fogliame, d’estate e d’inverno quando i termosifoni sono accesi, e collocando uno strato di biglie di argilla espansa nel sottovaso, immerse in un velo d’acqua.

Concime
Concimare da aprile a settembre, una volta al mese, con un prodotto liquido per piante verdi diluito nell’acqua d’irrigazione. Per le piante giovani la frequenza può essere quindicinale da aprile ad agosto.

Note
Le foglie vanno pulite una volta al mese in inverno, ogni due in estate. Usate uno straccio morbido inumidito o pochissimo lucidante fogliare.

Abbinamenti
Troppo ingombrante per vivere con altre piante nello stesso vaso, ma molto bella insieme ad altre tropicali in vasi diversi, per un gruppo vegetale di effetto “esotico”.

Consulta, scarica e stampa la nostra scheda sulla Schefflera actinophylla.