Ricette del mastro birraio: la Birra di Natale

BIRRA DI NATALE.
La storia racconta che la Julebryg (birra di Natale), fosse per tradizione una birra molto forte che i Vichinghi la preparavano per riuscire a superare i bui e freddi mesi invernali. La popolarità di questa birra stagionale proseguì negli anni a seguire, in ogni fabbrica di birra danese nel mese di novembre, si produce almeno una birra di Natale molte sono le varianti da una miscela di malto d’orzo, a una di frumento, malti speciali con aggiunta di caramello, anice, radice di liquirizia, vaniglia e cannella si sono poi aggiunte birre più esotiche,con albicocca, cioccolato, miele, coriandolo, arance o cardamomo. Non abbiate paura di personalizzare la ricetta modificando le spezie come volete. Ogni spezia Christmas pudding o frutta può lavorare in questo infuso Ingredienti 1,7 kg Malto Coopers di vostra scelta
Nota: scegliere un malto con il gusto il colore e l’amarezza della birra che ami e vorresti bere. 1,5 kg di malto “Ambrato” John Bull non luppolato, 250g di zucchero di canna 2 cucchiai di semi di coriandolo ** 2 coni di luppolo ** 1 stella anice ** 1 baccello di vaniglia ** 2 bastoncini di cannella *** Carbonation Drops Coopers (qb)
Gli ingredienti vegetali** li troverte in erboristeria o nei migliori supermercati
Preparazione: Procedere sobbollire a fuoco lento spezie e zucchero di canna per 15 minuti in 2 litri d’acqua. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare per 30 minuti poi versare nel fermentatore Mescolare e far sciogliere il malto Coopers da voi scelto con il malto Ambrato non luppolato. Aggiungere acqua fredda fino alla tacca da 20 litri e mescolare energicamente.. assicurarsi che la temperatura del mosto sia tra i 22°/26°cospargere lievito sulla superficie mescolare delicatamente e chiudere il fermentatore sincerarsi che dopo12/24 la fermentazione sia stata attivata,lasciare fermentare più vicino alla temperatura indicata sul barattolo del tipo di malto scelto Metodo di preparazione con un contenitore
La fermentazione è completata quando la densità della birra rimane costante per 2 giorni. Per evitare il rischio che le bottiglie di vetro possono esplodere il processo di fermentazione deve essere completata si consiglia l’uso del densimetro per verificare il peso specifico (densità) della vostra birra a questo punto imbottigliare
Metodo di preparazione con due contenitori completata la fermentazione travasare la birra nel secondo contenitore per separare la giovane birra dal residuo dei fondi della fermentazione attendere 24 ore poi imbottigliare
La rifermentazione in bottiglia
la fermentazione secondaria (produzione di gas in bottiglia) a bisogno di essere innescata dopo aver riempito la bottiglia e aggiungere 1dose di Carbonation Drops per ogni bottiglia da 330ml/375ml, 2 dosi per bottiglia 740ml/750ml.) e chiuderla ermeticamente.. Maturazione Conservare le bottiglie lontano dalla luce diretta del sole a 18 ° C o superiore per almeno 1 settimana, cosi avviene. la fermentazione secondaria lasciare riposare poi le bottiglie per almeno 3/4 settimane tenendo le bottiglie in piedi cosi il sedimento si depositerà sul fondo della bottiglia,si possono essere conservare per periodi più lunghi (3 mesi o più) ne migliorerà il sapore e ridurrà le dimensioni delle bolle rendendo la schiuma soffice e setosa
Il piacere di bersi una birra fatta da te Alcuni dei sapori e degli aromi di questa birra vi possono sembrare un po’ strani quando la birra è giovane, ma maturando nel tempo, si fondono affinandola piacevolmente consapevoli che amarezza si ammorbidisce in bottiglia nel tempo, la gradazione alcolica sarà circa il 6% vol