Ravioli di magro con caprino ed erbette | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Ravioli di magro con caprino ed erbette

Ravioli di magro con caprino ed erbette

Per realizzare questi buonissimi ravioli di magro con caprino ed erbette all’’olio extra vergine e pesto occorrono i seguenti ingredienti:

600 gr. Pasta all’italiana
200 gr. Formaggio caprino fresco
100 gr. Ricotta salata
300 gr. bietole scottate
Maggiorana e timo freschi tritati
2 uova
100 gr. parmigiano grattato
1 scalogno tritato
150 gr. Pesto
3 dl olio extravergine d’oliva

Il timo (Thymus vulgaris L.) è un piccolo arbusto ramificato con piccole foglie grigio-verdi fortemente aromatiche, che vengono raccolte e fatte essiccare. Si trova allo stato spontaneo nelle zone occidenali del mediterraneo, e in Italia è presente su quasi tutto il territorio.
Il timo viene usato in cucina per insaporire e rendere più digeribili molti cibi, come carni arrosto, sughi, verdure, funghi. Viene usato anche per preparare liquori e vini aromatici. Numerose sono le sue qualità terapeutiche: digestive, depurative, balsamiche, tonico-stimolanti.
La maggiorana (Origanum majorana L.) è una pianta erbacea perenne originaria delle zone desertiche dell’Africa settentrionale che necessita di molto sole e terreno sabbioso.
E’una delle erbe aromatiche più utilizzate in Europa, di essa si usano le sommità fiorite e le sue foglie. In cucina, sia fresca che essiccata, è indicata in tutte quelle pietanze che richiedono un aroma deciso ma allo stesso tempo dolce: essa infatti è più dolce e speziata rispetto all’origano, che risulta invece più fresco e pungente.

Preparazione:
Soffriggere in 50 g d’olio lo scalogno, unire le bietoline tritate finemente. Mescolare assieme la ricotta e il caprino, unire le bietoline, le uova e gli aromi. Insaporire con parmigiano e sale. Stendere a sfoglie sottilissime la pasta e utilizzare il ripieno per farcire i ravioli. Cuocerli poi in acqua bollente e simultaneamente mixare 50 g di acqua di cottura con l’olio rimanente. Condire i ravioli con l’emulsione di olio e acqua e disporre sui piatti individuali. Decorare con piccole gocce di pesto.

Fonte: Piùsapore