L’oodiniasi o velluto dei pesci da acquario

L’oodiniasi, comunemente conosciuta come “velluto”, è una malattia assai rappresentata purtroppo in acquariologia. Colpisce i pesci diffondendo rapidamente il contagio in relazione al loro indebolimento immunitario, quando si verificassero nella vasca condizioni improvvisamente stressanti come il raffreddamento dell’acqua.

I pesci manifestano una certa diffusione di piccoli puntini bianchi sulla livrea, talora così piccoli che per rendersene conto è necessario osservare i pesci di fronte, con la ruce radente la loro superficie corporea.

Il pesce si presenta comunque triste e sofferente portando le pinne flosce e chiuse, rimanendo sul fondale dell’acquario o comunque nuotando in modo lento, stentato ed irregolare, e respirando con affanno.

Passati appena 3-4 giorni dalla comparsa dei primi segni clinici, il pesce presenta la propria livrea ricoperta di una specie di farina/zucchero a velo: l’ aspetto è dato dalla massiccia infestazione cutanea da parte dei parassiti del genere Oodinium.

I pesci combattenti, Betta splendens, sembrano essere particolarmente predisposti a questa infestazione parassitaria. La malattia tuttavia, simile all’ittio per manifestazioni cliniche e decorso, è assai meno grave di quest’ultima, e si cura con una buona percentuale di successo se trattata al suo primo manifestarsi, utilizzando prodotti specifici reperibili nei negozi di acquariologia.

 

Dott. Marco Gentile
Medico Veterinario
Albo 1622 Torino