Nitriti e nitrati in acquariologia

Nitriti e nitrati in acquariologia…non vi fate spaventare, ma vigilate. Tutti gli organismi viventi sono costituiti di proteine, a loro volta formate dagli aminoacidi che sono dei composti a base di azoto. I composti azotati sono quindi i mattoni degli esseri viventi ma, alla loro morte, anche il prodotto della demolizione delle proteine.

Anche l’ammoniaca presente negli escrementi e nei processi di putrefazione è uno dei composti azotati più comuni, nonchè purtroppo decisamente tossica.

Nel terreno e nell’acqua esistono dei batteri che riescono ad attaccare l’ammoniaca trasformandola in nitriti. Ed essi, a loro volta aggrediti da altri batteri, possono trasformarsi in nitrati, che in realtà perdono la dannosità dell’ ammoniaca dalla quale derivano rappresentando un’ ottima e nobile fonte nutritizia utili come concimi per le forme vegetali.

Gli animali pertanto, con l’aiuto dei batteri, producono i nitrati fondamentali per la vita delle piante. Il ciclo in tal modo si completa e nell’ ambiente chiuso della vasca del nostro acquario si stabilisce un equilibrio importante benchè debole. Infatti ogni elemento del ciclo deve essere bilanciato ed anche il semplice sovraffollamento potrebbe incrinarlo.

Un grave fattore di disturbo all’equilibrio è ad esempio l’eccesso di cibo somministrato ai nostri pesci. Questo alimento, non completamente consumato,si deposita ed accumula sul fondo dove la putrefazione batterica porta ad una progressiva e sempre maggiore riduzione dell’ ossigeno. I batteri stessi che convertono l’ ammoniaca in nitriti e poi nitrati sono aerobi, ossia necessitano di ossigeno per vivere ed innescare le reazioni chimiche. Se l’ ossigeno scarseggia l’ ammoniaca aumenta.

Anche il sovraffollamento dell’acquario è molto pericoloso, infatti oltre a ciò che già abbiamo spiegato, si aggiunge il fatto che la quantità di urina ed escrementi prodotti dai pesci supera, in un sistema chiuso come è l’acquario, le capacità di smaltimento e conversione.

I valori di ammoniaca, nitriti e nitrati sono misurabili portando ad analizzare un campione di acqua del nostro acquario al negozio di acquariologia a cui facciamo riferimento.

Dott. Marco Gentile
Medico Veterinario
Albo 1622 Torino