Menta | VIRIDEA
Menta

Menta

Di mente ne esistono centinaia, tra specie, varietà, ibridi naturali ecc. Si tratta di piante erbacee perenni, appartenenti alla famiglia delle Labiate o Lamiacee, alte fino a 60 cm.
La più nota è la menta piperita (Mentha x piperita), molto utilizzata dall’industria liquoristica, cosmetica e medicinale, ma poco adatta all’impiego in cucina perché il suo aroma è talmente intenso da annullare ogni altro sapore: si può impiegare solo per la preparazione di sciroppi e tè alla menta o cocktail come il mojito.
Hanno invece un profumo e un gusto più delicato, e quindi sono ottime in cucina, Mentha spicata (menta romana o mentastro verde), M. longifolia e M. rotundifolia. Si possono aggiungere a tante ricette dolci e salate, anche con il cioccolato. Le foglie s’impiegano a crudo: una foglia di un paio di centimetri di lunghezza è sufficiente per ogni singolo piatto.

Ambiente
La menta vive benissimo in tutta Italia perché non teme né il gelo, né il caldo torrido, né l’aria salmastra, purché possa stare a mezz’ombra o anche all’ombra luminosa. Nelle zone più gelide la parte aerea d’inverno scompare, per essere riemessa alla fine dell’inverno.

Terreno
Desidera un terreno alcalino, ricco, fresco, sciolto e ben drenato. La coltivazione in contenitore è facile: basta un vaso di diametro minimo 24 cm per una singola pianta; va riempito con terra da giardino o per piante da fiore, con drenaggio sul fondo.

Semina/trapianto
Si può seminare in primavera o moltiplicare per stoloni in primavera o autunno. La semina si effettua in febbraio in semenzaio o in aprile a dimora, sia in piena terra sia in vaso; il trapianto avviene comunque in aprile. Gli stoloni radicano molto facilmente ai nodi. Le piantine sono disponibili in una ampia scelta di varietà.

Acqua
Non fatele mai mancare l’acqua, soprattutto in estate e in vaso. La siccità provoca un afflosciamento repentino con accartocciamento e poi perdita delle foglie.

Concime
Vista la sua vitalità, le concimazioni per le piante in piena terra non sono necessarie; in vaso si può fornire del concime liquido organico ogni 20 giorni dalla primavera in poi.

Note
In piena terra trattatela da annuale o delimitatela in uno spazio preciso altrimenti tende a invadere tutti gli spazi grazie all’emissione continua di nuovi stoloni e alla loro radicazione ai nodi man mano che si allungano sul terreno.

Abbinamenti
Può essere abbinata alla pervinca o all’edera, entrambe sempreverdi anche durante l’inverno. Altrimenti è meglio confinarla in uno spazio ben preciso, senza altre piante vicine.

Altri utilizzi
Qualche foglia di menta fresca masticata lentamente mitiga la voglia di fumare. Rametti freschi appesi nelle stanze o piantine sui davanzali scacciano mosche e zanzare. Fiori freschi bruciati su davanzali e soglie dissuadono le formiche dal proseguire. Un sacchetto di foglie secche profuma la biancheria.