Maggiorana | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
** Facciamo il punto sui servizi attivi. **
Maggiorana

Maggiorana

La Maggiorana, assomiglia molto all’origano (Origanum vulgare), con il quale condivide l’appartenenza alla stessa famiglia, le Lamiacee o Labiate; la maggiorana (Origanum majorana) è un’erbacea annuale nelle zone a clima freddo (pianura Padana e Prealpi) e perenne nell’area mediterranea. I fiori sono molto piccoli, bianco-rosati o rosa. Ha un aroma più delicato di quello dell’origano e un gusto più dolce e meno pungente del timo. Viene utilizzata solo nei Paesi europei e mediterranei, dove si aggiunge sia fresca che essiccata, da sola o in miscela con altre erbe (timo, origano, rosmarino) a fine cottura, per salvaguardarne l’aroma. La sua azione sedativa è talmente potente che se fosse assunta in dosi eccessive potrebbe risultare addirittura narcotica, ma negli usi di cucina la quantità usata è talmente modesta che il nostro organismo ne recepisce il sapore e le virtù digestive senza alcuna conseguenza negativa.
Ambiente
Ama il caldo e le posizioni soleggiate: nelle zone con inverno con l’arrivo del freddo muore se non viene spostata in serra o in una zona particolarmente protetta da ottobre a marzo. Nelle regioni con clima mite a fine stagione va potata a pochi centimetri dal suolo.
Terreno
Si sviluppa anche in terreni poveri, molto asciutti, calcarei o sassosi. Vive bene anche in vaso, con un substrato formato da metà terra da orto e metà sabbia e con ottimo drenaggio sul fondo del vaso.
Semina/trapianto
Si riproduce facilmente per seme distribuito in semenzaio a febbraio-marzo per trapiantare poi le piantine a dimora in aprile-maggio; oppure si semina direttamente in piena terra o in vasetto in aprile-maggio. Essendo il seme molto piccolo, è meglio mescolarlo a sabbia per una distribuzione omogenea. È però anche possibile moltiplicare la maggiorana per suddivisione dei cespi o per talea a fine estate o acquistare ogni anno a primavera le nuove piantine.
Acqua
Le piante in vaso vanno irrigate moderatamente; in piena terra spesso non richiede affatto innaffiature se il cespuglio è adulto e robusto.
Concime
Non è necessario concimarla; eventualmente si può concimare il terreno dell’orto prima di effettuare semine o trapianti.
Note
I fusti, allungandosi, tendono a radicare ai nodi formando un cespuglio intricato.
Abbinamenti
Se viene piantata in giardino, tra i luoghi ideali ci sono la roccaglia e i muretti a secco, da dove ricadrà, oppure l’aiuola delle aromatiche, insieme a origano, timo e altre.
Altri utilizzi
L’olio essenziale di maggiorana deodora armadi e cassetti allontanando le tarme, e profuma gli ambienti aggiunto all’acqua dell’evaporatore. Prolunga la conservabilità degli alimenti con cui viene a contatto. Prima che si scoprisse l’impiego del luppolo, si usava come ingrediente per fabbricare la birra; un tempo veniva persino fatta seccare per sostituire il tabacco da fumo.

SCARICA LA GUIDA ALLE AROMATICHE