Le piante dannose per gli uccelli da voliera | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Le piante dannose per gli uccelli da voliera

Le piante dannose per gli uccelli da voliera

Le piante dannose per gli uccelli da voliera: numerose piante decorative da appartamento sono potenzialmente velenose per gli uccelli che alleviamo in casa, benché gli effetti tossicologici possano essere differenti a seconda della specie aviare colpita. In senso generale si può affermare che le specie più sensibili e quindi maggiormente vulnerabili sono i Canarini e le Cocorite.

Nonostante questo gli uccelli generalmente tollerano più dei mammiferi l’ effetto tossico dei principali vegetali probabilmente perché ingeriscono solo alcune parti della pianta o perché si limitano a rosicchiare rametti e foglie senza ingerirne grosse quantità.

Le piante potenzialmente tossiche per i principali uccelli allevati come animali da compagnia sono le seguenti:

Alloro (quello ad uso alimentare o per le siepi), Clematide, Colocasia, Croton, Dieffenbachia, Digitale, Euforbia (Stella di Natale), Filodendro, Fitolacca, Lupino, Mughetto, Oleandro, Prezzemolo, Rododendro, Tasso, Vite vergine o Vite del Canada.

I sintomi che possiamo vedere sono il vomito, la depressione, e le stomatiti derivanti dall’immediata irritazione della mucosa linguale e buccale durante l’assunzione.

Una terapia attuabile è quella volta a diluire ed allontanare la tossina responsabile del danno attraverso il lavaggio della bocca e del gozzo con acqua fresca o somministrando sostanze adsorbenti.

A volte, se la stomatite è severa ed ulcerosa con disfagia ed anoressia conseguente, è opportuno attuare un’ alimentazione forzata con impiego di sondino.

Dott. Marco Gentile, Medico Veterinario, Albo 1622 Torino