Le iguane

Le iguane sono Rettili originari dell’America, sono lucertoloni (sauri) lenti e pesanti; anche se ne esistono di taglia ridotta, le specie del genere Iguana in cattività possono raggiungere i 1,5-1,8 m; le femmine sono solitamente più piccole. Dotate di quattro zampe e di una coda discretamente lunga, le iguane adulte presentano sulla testa una caratteristica cresta. La loro parentela stretta con i camaleonti si nota per la capacità di cambiare lentamente il colore della livrea in occasione del corteggiamento e dell’accoppiamento.

Abitudini e allevamento

Hanno bisogno di parecchio spazio, e soprattutto di un ambiente in cui l’umidità non scenda mai sotto il 70%; il terrario va nebulizzato almeno un paio di volte al giorno, soprattutto nel periodo della muta. Il substrato deve essere di carta da giornale o di tappetini sintetici da cambiare frequentemente, poiché altri materiali possono essere ingeriti dall’animale e soffocarlo. Il sistema di riscaldamento non deve essere a pavimento per evitare che il ventre delicato dell’iguana si scotti.
Sono pigre: tendenzialmente passano la vita a digerire, non scendono volentieri dagli alberi (se non per deporre le uova o accoppiarsi), trascorrono molte ore al sole e la notte si rintanano in un rifugio. Amano liberare l’intestino in acqua e, quindi, le ciotole vanno pulite regolarmente.
Poiché sono territoriali, è possibile allevare una o due femmine con un maschio, ma mai due maschi nello stesso spazio. Vanno maneggiate poco e lasciate stare il più possibile: se infastidite possono difendersi frustando con la lunga coda o mordendo.

Alimentazione

Sono vegetariane e la dieta migliore è composta dal 95% di frutta e verdura (soprattutto insalate) e dal 5% di fiori. Cavoli e spinaci (ricchi di sostanze che appesantiscono i reni) e anche banane (che eccedono in calcio e fosforo, ma di cui sono molto golose) vanno somministrati occasionalmente. Per loro possono risultare pericolosi anche alloro, arnica, avocado, oleandro, patata, pomodoro, rosmarino, salvia, stella di Natale, tulipano, verbena e altri. Periodicamente, sono necessarie integrazioni alimentari di calcio e di camole o altri piccoli insetti.
Per saperne di più: B. Alessandrini, Serpenti e terrari, Giunti Demetra 2008