Le aromatiche che proteggono l’orto

Un aspetto interessante, spesso sottovalutato delle piante aromatiche è che oltre ad essere salutari e utili in cucina, molte di esse possono essere sfruttate nell’orto per “aiutare” le altre specie a difendersi da alcuni parassiti, altre per rinforzarle durante il loro sviluppo.

Le virtù delle piante aromatiche nell’orto

Gli oli essenziali che sprigionano, creano delle vere e proprie “barriere” repellenti per molti parassiti, ed attrattive insieme ai fi ori, per gli insetti pronubi, così importanti per l’impollinazione degli ortaggi da frutto. A questo scopo, si utilizzano spesso per creare bordure intorno al perimetro dell’orto, conferendogli un vero e proprio tocco di classe. Attenzione comunque a non caricarci di aspettative eccessive: ci daranno un buon aiuto, ma nei casi di infestazioni imponenti, sarà necessario dargli man forte con altri prodotti Bio.

Quelle utili anche contro le zanzare…

Coltivare nell’orto, in giardino e sul balcone le aromatiche, può limitare il fastidio delle zanzare. Se è ben nota questa virtù repellente nella citronella (Lemongrass), forse lo è meno per molte altre aromatiche: lavanda melissa, cedrina (Lippia citriodora), timo, elicriso, basilico, rosmarino, Plectranthus (pianta dell’incenso) e menta.

La disposizione per avere la massima efficacia anti-zanzare

Affinché le aromatiche possano assolvere al meglio il loro compito di repellenti naturali contro le zanzare, dovrebbero essere localizzate nei punti chiave delle aree da proteggere:
Su terrazzo, balcone, davanzali: in terrazzo in vasi sul perimetro esterno e vicino all’ingresso di casa. Se possibile anche sui davanzali delle finestre, per difendere tutti gli accessi all’abitazione. Nelle zone in ombra, poco tollerate da molte aromatiche, posizionare la melissa e dalla tarda primavera, il basilico e l’incenso

In giardino: porre particolare attenzione alle aree in cui si sosta più a lungo, dove si potrà allestire una vera e propria bordura, dal meraviglioso effetto ornamentale, con fioriture scalari per tutta l’estate: ci stupirà!
In questo caso converrà utilizzare più piante per specie (l’ideale è 3 o 5 piante, messe a dimora vicine tra loro), a formare una barriera più efficace, che valorizzerà anche maggiormente la bellezza estetica delle singole aromatiche.
É consigliabile mantenere la menta in vasi (volendo piantati nel suolo), per evitare che diventi invasiva, come anche il basilico, per riporlo al riparo nei periodi piovosi e l’incenso (Plectrantus), che in inverno può essere spostato all’interno per evitare i danni del gelo.

Nell’orto: vale quanto detto per il giardino, però quando le zanzare sono tante, non è facile proteggersi, perché gli spazi sono vasti e molte le zone dove possono trovare riparo.
Fondamentale evitare di lasciare l’acqua d’irrigazione a lungo nelle botti: in estate dovrebbe essere rinnovata completamente ogni 5-10 giorni. Un valido aiuto in caso di infestazioni può venire dallo strofinamento delle nostre aromatiche sulla pelle, appena arrivati nell’orto.

…e quelle che allontanano le mosche

Si è osservato che basilico, menta, assenzio, sono particolarmente sgraditi alle mosche.

Santolina, protegge e deodora

La santolina è tra le aromatiche più efficaci per allontanare gli insetti molesti dalla casa. In mazzetto essiccata od in sacchettini di stoffa, come anti tarme in armadi e cassetti.

Vuoi leggere altri articoli come questo? Iscriviti al Club Viridea per avere accesso a tutti i nostri magazine!