L'allevamento del furetto | VIRIDEA
L’allevamento del furetto

L’allevamento del furetto

Il furetto è un simpaticissimo animale da compagnia, molto vivace, esuberante, in continuo movimento. Vale davvero conoscerne meglio il carattere per poterlo allevare, in casa, nel modo migliore, onde permettergli di esprimere tutta l’allegria che lo contraddistingue e trarne noi la maggior soddisfazione ed interazione.

E’ un animale che potrà e dovrà essere lasciato libero in casa, tuttavia sarà necessaria anche una gabbia che rappresenti la sua tana. Essa deve essere grande almeno 1 x 0,5 x h0,5 m. Nella gabbia creeremo una tana chiusa quale una cassette con un’apertura circolare o un’amaca appesa, in tessuto. I furetti amano infatti dormire sospesi dal suolo e si divertono a dondolarsi. Se la gabbia sarà molto ampia possiamo allestire al suo interno una serie di tubi in plexiglas in cui si infileranno, e stimoleremo la loro curiosità e il loro spirito di scoperta creando molte curve a gomito: il furetto sarà incentivato ad investigare quello che c’è al di là. Meglio una gabbia in acciaio o in materie plastiche perché i furetti spesso, per gioco o per richiamarci, mordono le sbarre che, se zincate, possono provocare intossicazioni da zinco.

Il furetto impara a defecare ed urinare nella sua cassettina con sabbia assorbente da gatto, tuttavia se libero per casa potrebbe scegliere qualche altro angolo da marcare con le feci. Come detto non sta mai fermo, pertanto è bene non lasciarlo solo in casa dove gli incidenti domestici possono essere: entrare nella lavatrice, cadere nella tazza dei sanitari, mordere cavi elettrici dei frigoriferi, ingerire detersivi o sostanze pericolose, rubare i calzini dal cesto del bucato e tutto quanto la nostra fantasia non riesce ad immaginare…ma la sua…no!

Abituato sin da piccolo ad essere maneggiato da bambini ed adulti avrà un carattere gioviale e ci farà spesso sorridere e giocare. Può convivere con i cani e d i gatti  purché i primi non abbiano l’istinto di cacciarlo, va invece evitata del tutto la convivenza con uccellini, coniglietti e roditori che rappresentano le prede ideali del nostro furetto, benché addomesticato.

Dr. MARCO GENTILE Medico Veterinario Albo 1622 TORINO