L'acquaterrario: cenni introduttivi | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
L’acquaterrario: cenni introduttivi

L’acquaterrario: cenni introduttivi

Con il termine acquaterrario si intende un normalissimo acquario, composto da una zona di acqua e una zona di terra emersa.
La presenza dell’acqua è fondamentale per la vita di questi rettili ma, per potersi riposare, scaldarsi “al sole” e eventualmente deporre le uova, necessitano di una zona di terra emersa. Durante l’allestimento, è importante creare un degrado dolce del terreno verso la zona d’acqua in modo che le tartarughe possano accedervi facilmente dall’acqua.

Legni e rocce, di grandezza adeguata e sistemati con cura per evitare che si ribaltino o scivolano sugli animali, potranno arredare il vostro acquaterrario e permetteranno alle vostre tartarughe di crearsi nascondigli o zone dove arrampicarsi.

E’ difficile far convivere le piante con le tartarughe. Verrebbero calpestate o divorate con gusto. Qualora si desideri introdurre piante in un acquaterrario, è importante che queste siano molto robuste e vengano protette dagli attacchi delle tartarughe utilizzando delle barriere costituite, per esempio, da rocce.
Infine, la convivenza con i pesci è poco raccomandabile in quanto quest’ultimi potrebbero diventare ben presto potenziali prede.

Forse ti interessa anche…

Allestimento dell’acquaterrario

Tutto quello che devi sapere sulle TARTARUGHE D'ACQUA

Leggi i nostri consigli per la gestione dei terrari, degli acquari e dei prodotti per una corretta e sana alimentazione delle tue tartarughe d'acqua.