La sterilizzazione della cagna

La sterilizzazione della cagna viene consigliata dalla quasi totalità del mondo veterinario e cinofilo.
L’intervento chirurgico consiste nell’asportazione delle gonadi femminili (ovaie) oppure quando necessario viene associata l’asportazione dell’utero (ovarioisterectomia); viene eseguito in anestesia generale e non comporta particolari rischi per l’animale.  E’ consigliato un check-up preoperatorio e un elettrocardiogramma per scongiurare eventuali rischi da anestesia.
Il vostro veterinario vi spiegherà qual’è l’età più opportuna alla quale sottoporre la sterilizzazione della cagna fermo restando che prima la si esegue e maggiori sono i vantaggi che si ottengono.

Per prima cosa si riduce l’incidenza di tumori mammari e varie patologie che riguardano la sfera riproduttiva (piometre, metriti..) e non da meno si evitano eventuali gravidanze indesiderate. Decidete quindi insieme al vostro veterinario se è più opportuno aspettare il primo calore oppure eseguire la sterilizzazione subito dopo.  La sterilizzazione non comporta modificazioni significative del carattere dell’animale, se non in cagne particolarmente esagitate, aggressive e iperattive che si tranquillizzano.  Il metabolismo della cagna sterilizzata può risultare rallentato per cui l’animale avrà la tendenza ad accumulare peso. E’ sufficiente correggere la dieta e impostare uno stile di vita che preveda una attività motoria costante e quotidiana, utile al cane quanto al padrone, per scongiurare questa evenienza.  In età avanzata la cagna sterilizzata potrebbe manifestare problemi di incontinenza che oggi possiamo controllare con successo attraverso la somministrazione di un farmaco per via orale che il Veterinario vi spiegherà come usare.