La pulizia autunnale del vostro giardino | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
** Facciamo il punto sui servizi attivi. **
La pulizia autunnale del vostro giardino

La pulizia autunnale del vostro giardino

E’ il momento di dedicare un po’ di tempo alla pulizia dello spazio esterno.

La fatica autunnale sembrerebbe vanificata dal prevedibile maltempo invernale e potreste essere tentati di rimandare l’operazione alla primavera. Meglio non farlo: innanzitutto perché vi trovereste con una quantità enorme di detriti da rimuovere; poi perché le foglie cadute, i rametti potati e le piante secche possono ospitare malattie fungine e parassiti che svernano sui detriti e che si ripresentano in primavera ad aggredire le piante; infine perché i residui creano sporcizia (anche dentro casa, se vengono sospinti dal vento attraverso le finestre aperte) e rovinano l’aspetto estetico dello spazio verde.

Per rendere più facile questo compito, potete ridurre la fatica e il tempo impiegato utilizzando attrezzi e macchine idonei, e scegliendo prodotti detergenti specifici, che rimuovono la maggior parte delle incrostazioni. I lavori autunnali vanno completati con il rimessaggio degli attrezzi, al riparo dal gelo e dalla polvere.

La pulizia delle foglie:
Il grosso del lavoro di pulizia autunnale in giardino è dato dalla raccolta delle foglie; gli interventi di raccolta vanno ripetuti possibilmente una volta a settimana in modo da evitare un eccessivo accumulo.
Le foglie vanno raccolte dalle pavimentazioni e dal manto erboso, ma sulle aiuole si può lasciare uno strato di foglie secche, come pacciamatura per proteggere le radici delle piante.
Per favorire la presenza di animaletti selvatici come i ricci e di insetti utili come coccinelle, lasciate un cumulo di pietre, rametti, foglie e terriccio in un punto tranquillo del giardino.
Per radunare il fogliame possono bastare la ramazza di saggina per le superfici pavimentate e il rastrello per l’erba. La raccolta può essere facilitata da una carriola o da sacchi raccoglifoglie. Il fogliame può essere aggiunto al compost, oppure conferito agli appositi bidoni di raccolta.

La potatura:
Cesoie e altri attrezzi da taglio sono fra gli utensili per i quali è bene non mirare al risparmio: la qualità delle lame e la struttura dell’attrezzo possono garantire un risparmio di fatica ottenendo un taglio perfetto. Per ridurre l’affaticamento della mano utilizzate attrezzi con un peso idoneo per la vostra forza: se troppo ingombranti e pesanti vi stancherete e più facilmente sarete portati a fare un lavoro affrettato e impreciso.