La filariosi del gatto

La filariosi è una malattia grave che colpisce soprattutto i cani e talvolta, si riscontra in altri animali come i gatti. E’ provocata dall’infestazione di una filaria adulta, che è un parassita rotondo e biancastro, lungo circa 15 cm. il maschio e 30 cm. la femmina, con spessore di poco meno di 1 millimetro.
Assomiglia, quindi, a uno spaghetto che vive nel cuore e nell’arteria polmonare dove si nutre e si riproduce, liberando migliaia di microfilarie nel sangue periferico del suo ospite.
Questa malattia è diffusa in tutto il mondo ed è tipica delle zone temperate e umide , dove vivono le zanzare, che sono gli insetti che la trasmettono da un animale all’altro attraverso la loro puntura.
Questa malattia normalmente decorre in forma cronica, potendo causare,  la morte se non viene diagnosticata adeguatamente. Talvolta può avere un decorso acuto causando la morte in poche ore. La malattia è molto lenta nel manifestarsi . I sintomi come affaticamento, tosse, debolezza, possono essere segni della malattia già in stato avanzato. Quando si manifestano potrebbe già essere troppo tardi. Come sempre, se la malattia è nelle fasi iniziali, è curabile, ma se ha provocato seri danni all’organismo, sarà più complicata la cura.

Non esiste un vaccino per la filariosi, ma , attualmente si dispone di diversi prodotti che hanno una ottima efficacia. E’ importantissimo consultare il vostro medico veterinario che sceglierà la profilassi più appropriata per il vostro animale (pastiglia, tavoletta, o iniettabile) . Se vivete in zona endemica, prima di iniziare un nuovo trattamento, il medico veterinario vi consiglierà se eseguire il test sierologico ogni anno in quanto, purtroppo, nessuna delle prevenzioni mette completamente al riparo i nostri animali dal rischio di contrarre la malattia.