La carta di riso | VIRIDEA
La carta di riso

La carta di riso

La carta di riso è una particolare carta, leggera e resistente, che si presenta come un velo. All’interno dell’impasto che costituisce la carta sono presenti numerosi filamenti biancastri, residui della paglia di riso.
A causa dell’amido di riso presente assumono un aspetto lucente, mentre i filamenti sono più opachi e, a causa del loro spessore, risultano leggermente più in rilievo.
Le carte di riso possono essere incollate con la Colla Velo su qualsiasi superficie. La loro caratteristica di trasparenza ed opacità dei filamenti viene particolarmente esaltata nell’applicazione sul vetro. Esiste colorata, bianca e stampata (in serigrafia) confezionata in formato Tovagliolo.

Può essere applicata in diversi modi:

  • Per realizzare sfondi:
    La carta di riso, soprattutto nella versione Voile monocromatica, può essere impiegata per creare particolari effetti di sfondo se applicata su superfici precedentemente trattate con colori acrilici. Una volta incollata la carta risulterà di una tonalità più tenue, più trasparente, sommata a quella del colore di sfondo, combinata in mille possibili varianti. Le fibre vegetali contenute all’interno dell’impasto saranno invece maggiormente visibili e di colore più definito.
    La sua applicazione è semplicissima e richiede solo della Colla Velo e un pennello piatto a setole morbide.
  • Per rivestimenti completi:
    Applicando le regole valide per il cartonaggio, o cartonnage, è possibile realizzare rivestimenti completi di scatole o contenitori vari nonché parti di superfici anche con la carta di riso. L’applicazione di questo materiale è estremamente semplice e rapida e la sua leggerezza ha inoltre il vantaggio di rendere meno visibili eventuali eccedenze come, ad esempio, accade negli angoli. Per ottenere un’aderenza perfetta, anche nei punti più difficili, sarà sufficiente applicare direttamente la carta sulla superficie asciutta, spennellandola con la Colla Velo. Si dovrà però tenere presente che la sovrapposizione di più parti della carta creerà degli scurimenti o delle velature di soggetti.
  • Nel découpage:
    Parliamo dei meravigliosi tovaglioli in carta di riso stampati in serigrafia. Si tratta di tovaglioli molto particolari che uniscono alla delicatezza delle tonalità, propria delle immagini riprodotte, alla resistenza e alla facilità di applicazione della carta di riso.
    Rispetto ad un tovagliolo di carta tradizionale quello in carta di riso non fa grinze e non si strappa. Anche le applicazioni su grandi superfici risultano molto semplici.
    Si raccomanda di sovrapporre questa tipologia di carta a fondi chiari. Questo perché la trasparenza della carta lascia intravedere il colore di fondo. Con l’utilizzo di tonalità troppo accentuate si rischierebbe quindi di compromettere la definizione dell’immagine.
    Si applicano spennellando la Colla Velo direttamente sul tovagliolo, asciutto, appoggiato sulla superficie da decorare.
    Possono essere utilizzati interi, strappati, ritagliati o a rilievo.
  • Per sovrapposizioni e velature:
    La carta di riso può anche essere applicata in sovrapposizione a applicazioni di découpage. In questo caso si otterrà l’effetto di una velatura, una patina leggera e quasi impercettibile che ricoprirà l’intera superficie e l’immagine stessa attenuando le tinte e smorzando i toni. Dopo aver applicato la carta da découpage con le consuete modalità e dopo aver fatto essiccare bene la colla si appoggerà la carta di riso sulla superficie asciutta e si procederà spennellando la Colla Velo direttamente sulla carta facendola penetrare al di sotto di essa.