Il gatto siamese | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Il gatto siamese

Il gatto siamese

Il gatto Siamese è forse il più estroverso dei gatti domestici. Ha un temperamento vulcanico, cioè imprevedibile, dotato di un carattere molto forte, può essere eccessivo in tutto…

STORIA ED ORIGINI
La razza Siamese è molto antica è rappresentata in un manoscritto datato 1350 e proveniente dalla capitale del Siam, l’attuale Tailandia.
Nel 1800 fu importato prima in Inghilterra e Francia e poi negli Stati Uniti.
Il siamese ha goduto di una grande popolarità a partire dal 1920. La morfologia attuale di questo gatto è ben lontana dal tipo di origine, che era più massiccio, più rotondo.

CARATTERE
Il Gatto Siamese è sensibile, emotivo e adora la compagnia. Ha orrore della solitudine e non sopporta l’indifferenza. Se lo si trascura, si deprime. Socievole, ama giocare con i bambini, ma non apprezza sempre la compagnia dei suoi simili. Questo gatto freddoloso ama la comodità e quindi la vita in appartamento. La pubertà della gatta è precoce poiché a partire dal 5° mese possono comparire i primi calori che si susseguono circa ogni 15 giorni, senza pausa sessuale in autunno – inverno. La prolificità è piuttosto superiore alla media della specie.

MORFOLOGIA
Testa : di taglia media, si inserisce in un triangolo formato da delle linee dritte che vanno dal naso fino alla punta delle orecchie. Triangolo equilatero nel Siamese di tipo inglese, isoscele nel tipo americano. Cranio, visto di profilo, leggermente convesso. Guance piatte ma guance cascanti autorizzate nei maschi adulti. Muso fine. Naso lungo.
Orecchie : grandi, larghe alla base, ben distanziate, appuntite, in prolungamento dei lati del triangolo.
Occhi : di taglia media, a forma di mandorla, di tipo orientale, posizionati inclinati. Colore: blu il più intenso possibile.
Collo : lungo, sottile, aggraziato, leggermente arcuato.
Corpo : lungo, snello, tubolare. Spalle e anche della stessa larghezza. Ossatura fine. Muscolatura ferma.
Zampe : lunghe, fini. Ossatura e muscolatura fini. Piedi piccoli, ovali.
Coda : lunga, fine, stretta alla base, che si assottiglia in una punta.
Mantello : pelo corto, fine, fitto, setoso, brillante, aderente al corpo. Quasi niente sottopelo.- Colore: mantello pigmentato alle estremità (points) del corpo: faccia (maschera), orecchie, arti e coda. Il colore di queste zone più scure deve essere il più uniforme possibile. Ci deve essere un contrasto molto netto tra il colore dei points e quello del corpo. Tutti i Siamesi sono Colour point; nascono bianchi. Dal 5° giorno, cominciano a comparire i points.
Le zone più fredde del corpo si colorano, è la ragione per la quale un Siamese che vive fuori in inverno sarà più scuro di un Siamese che vive all’interno. La colorazione definitiva si stabilisce tra 12 e 15 mesi. Del resto, con l’età, la pigmentazione del corpo scurisce.

CONSIGLI
Il mantenimento del pelo si riassume a una o due spazzolature a settimana.