I giochi per cani | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
I giochi per cani

I giochi per cani

I giochi per i cani sembrerebbero ai più un elemento superfluo, quasi snob, ma invece non è proprio così. I cuccioli infatti non smetterebbero mai di giocare! Sembra che si stiano semplicemente divertendo, ma in realtà stanno imparando, si allenano per capire ciò che dovranno poi fare da grandi, per questo si dice che “il gioco è palestra di vita”.

E’ importante, quindi, saper gestire fin da subito queste attività ludiche.

Non lasciamo che il cane giochi mordendo mani, caviglie o altre parti del nostro corpo: potrebbe poi diventare un atteggiamento assai problematico. Se dovesse farlo, interrompiamo immediatamente ogni interazione con lui.

Meglio essere coerenti fin dal principio: acquistiamo numerosi giocattoli per cani, e indirizziamo le sue attenzioni solo su questi.  Non dovremmo mai utilizzare i nostri indumenti (es. la vecchia ciabatta) o oggetti (es. uno straccio), rischiamo di creare confusione: per un cane, purtroppo, non c’è alcuna differenza tra la vecchia scarpa rotta e il nuovo paio da 200 euro!

Come abbiamo già detto, è importante dare al cane molti giocattoli differenti: in questo modo non solo lo terremo impegnato, ma gli permetteremo anche di sviluppare maggiormente le sue capacità cognitive.  Il gioco insieme ai proprietari deve essere una routine quotidiana! E’ un momento di relazione fondamentale, da gestire con attenzione.  Se, ad esempio, vogliamo giocare a tirare la pallina per farcela riportare, la cosa migliore è procurarsi due palle identiche. Prima ne lanceremo una, quando il cane l’avrà presa lo richiameremo e gli faremo vedere l’altra: in questo modo lascerà la pallina per andare a prendere la seconda, e così via. Questo permetterà al cane di comprendere che non c’è competizione, ma che si tratta di uno scambio e di una collaborazione. Lascerà volentieri la pallina, perché saprà che noi non vogliamo rubargliela.

Gwen Baily dice “La mano va sempre per dare, mai per togliere”. Questa regola è fondamentale in tutti gli aspetti di vita quotidiana.  Non facciamo quindi l’errore di strappargli dalla bocca l’oggetto, altrimenti imparerà a trattenerlo o scappare da noi. Piuttosto prendiamo un bocconcino e lo passiamo sotto il suo naso: appena aprirà la bocca, diremo “Lascia” e daremo il premio. Ancora una volta comprenderà che non ha alcun motivo di essere competitivo e di tenere a tutti i costi l’oggetto in bocca.   L’approccio gentile e collaborativo da sempre i suoi frutti, provare per credere!

 

Sai quali sono i trucchi per migliorare il comportamento del tuo cane?

Alcuni suggerimenti e qualche informazione utile a comprendere quale sia la corretta relazione con il tuo cane.