I fiori screziati? Un regalo... dei Virus | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
I fiori screziati? Un regalo… dei Virus

I fiori screziati? Un regalo… dei Virus

Se non ne avete abbastanza di sentir parlare di virus, ecco una categoria di virus che ci dà piacere: le screziature dei fiori sono in alcuni casi generate da un virus. Il cambio di colorazione, che a volte assume effetti davvero spettacolari, è uno dei sintomi da virus che possono colpire le piante. In alcuni casi i virus (ne esistono moltissimi diversi fra loro) causano modifiche strutturali, ma il colore è uno dei sintomi più evidenti e apprezzati. Attraverso gli incroci si stabilizzano le varietà.
Rose. Esistono diverse varietà a fiori screziati, tra le più celebri ci sono “Rock&Roll”, “Julio Iglesias”, “Paul Gauguin” e la celebre rosa antica “Variegata di Bologna”.
Tulipani. Nel 17° secolo, in Olanda, i tulipani screziati e fiammati avevano un enorme valore, al punto che un singolo bulbo poteva costare persino l’equivalente di 2000 Euro attuali. Oggi sappiamo che le striature di questi tulipani sono causate dalla presenza di particolari virus che provocano una distribuzione alterata dei pigmenti cromatici nei petali.
Camelie. Anche le screziature delle camelie sembrano essere collegate all’azione di virus in grado di generare “segni” cromatici sulle corolle.
Garofani. Gli ibridatori più esperti “manipolano” la presenza dei virus per ottenere spettacolari colorazioni variegate in questi fiori.