Ecogiardinaggio: la minaccia straniera | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Ecogiardinaggio: la minaccia straniera

Ecogiardinaggio: la minaccia straniera

Ecogiardinaggio contro la minaccia straniera per le piante europee, perchè l’invasione di specie aliene ha conosciuto uno sviluppo preoccupante. Parassiti dannosi come la piralide del bosso, di origine cinese, e il Cacyreus che danneggia i gerani, arrivato dal Sud Africa, sono solo due delle tante problematiche che affliggono l’Europa; fra queste ci sono anche la diffusione di alberi infestanti come l’ailanto e di succulente come il fico d’India, ma anche pesci (il siluro), uccelli (il parrocchetto dal collare), mammiferi (le nutrie) e molto altro ancora. Per contenere la diffusione di queste specie aliene viene in aiuto anche il giardinaggio sostenibile, per favorire la presenza della biodiversità del territorio. Piante e animali esotici e invasivi possono causare l’estinzione delle specie autoctone. In Italia sono presenti più di 3.000 specie aliene, introdotte spesso volontariamente, di cui il 15% invasive. Negli ultimi 30 anni – evidenziano Ispra e Legambiente – il numero delle specie aliene nel nostro Paese è aumentato del 96%: un dato legato anche alla globalizzazione e più in generale alla scarsa cura del territorio in tutte le sue forme. Ecco perchè è importante considerare la biodiversità del nostro territorio come indispensabile alla corretta gestione dello stesso. Non si tratta di non essere “aperti”, ma di evitare di fare danni!. Le conclusioni traetele voi.