Cosa non fare nell’allevamento delle tartarughe d’acqua

L’allevamento delle tartarughe d’acqua rappresenta forse uno dei primi approcci ad un animaletto domestico, senz’altro per le poche cure gestionali da esse richieste, in termini economici e di tempo. Ci doteremo di una tartarughiera con acqua e spazi emersi, dotata di filtro e termostato. Ma se vorremo arredarla per renderla più bella agli occhi e più accogliente per le nostre ospiti facilmente penseremo ad un fondo di pietrine.

In merito dovremo scegliere dei ciotoli grandi almeno quanto una falange di un nostro dito, quali i ciotoli del greto dei fiumi. Evitate accuratamente di utilizzare ghiaietta per acquari da pesci, o sabbia. Infatti le tartarughe, sempre esigenti e ghiotte di calcio, potrebbero ingerire i sassolini troppo piccoli andando incontro a seri problemi di costipazione. Non di rado, in ambulatorio, ci capita di vedere in radiografia, tartarughe con l’intestino pieno di depositi di ghiaia ingerita.

Escluderei l’introduzione in vasca di piante vere da acquario delle quali, come foglie d’insalata, le tartarughe voracemente si nutrirebbero; ma pure evitate o ponete a debita distanza dalla bocca, le piantolette in plastica, dalle quali potrebbero essere  attratte assaggiandole accidentalmente e magari ferendosi la bocca. La dieta varia e ricca che le tartarughe trovano in natura, benchè riprodotta dal cibo artificiale specifico, potrebbe tuttavia, come prima accennato, essere carente in minerali. Consiglio quindi di completarla con integratori di calcio e vitamina A.

La carenza di vitamina A si può manifestare con gonfiore/edema degli occhi delle tartarughe; esse non riuscendo più ad aprire le palpebre troppo gonfie, non vedranno più il cibo galleggiare sulla superficie dell’acqua e andranno incontro ad anoressia, col rischio di un rapido deperimento (panoftalmia). Non esitate pertanto a provvedere all’acquisto degli integratori opportuni, come saprà consigliarvi l’addetto del reparto, onde mantenere in perfetta salute le nostre amiche.
DR.MARCO GENTILE MEDICO VETERINARIO ALBO 1622 Torino A

Scarica la nostra scheda dedicata alla loro cura, e la nostra scheda consigli.