Coltivare un orto sano e natrurale ovvero BIO | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Coltivare un orto sano e natrurale ovvero BIO

Coltivare un orto sano e natrurale ovvero BIO

Coltivare un orto sano e natrurale ovvero BIO è possibile anche nel proprio orto di casa, seguendo alcune semplici regole. Fare biologico però non significa produrre ortaggi abbandonandoli a sé stessi, senza alcun apporto di concimi e prodotti per la difesa, perché con questi presupposti diventa alquanto improbabile raggiungere la meta con soddisfazione. Per incominciare bene è importante effettuare con scrupolo la lavorazione del suolo, apportando la sostanza organica in buona quantità, nelle sue differenti forme. Le piante non devono essere irrigate troppo frequentemente, per evitare di ottenere foglie con tessuti troppo teneri e acquosi, più facilmente aggredibili da funghi, batteri e parassiti animali. La prevenzione contro le patologie fogliari, si pratica irrobustendo le piante con equiseto e con prodotti a base di rame, applicati ogni due settimane, alternati a Propoli. Per il Mal Bianco, lo zolfo rimane ancora oggi un rimedio efficacissimo, anche come curativo. Buona parte degli insetti si prevengono con trattamenti a base di Azadiractina, alternati a Spinosad ogni 5-10 giorni. I lavaggi con saponi e il macerato d’ortica sono utili contro gli afidi. Contro i parassiti del terreno sono discretamente efficaci i panelli di Ricino e di Neem, applicati al trapianto, in buca, vicino al pane di terra. Per chiocciole e limacce, le esche a base di Fosfato ferroso, poste sul terreno al trapianto, sono solitamente risolutive. Utilizzare le varietà Ortomio più resistenti alle patologie, può risultare indispensabile per prevenire alcune gravi malattie. Le piantine da orto innestate possono aiutare nella coltivazione biologica in condizioni di scarsa fertilità del suolo, di forti stress ambientali e di patologie del terreno.
…ANCHE SUL BALCONE
Osservando poche importanti regole è veramente facile coltivare sui nostri terrazzi od in piccoli giardini quasi ogni tipo di pianta da orto. Molto più semplice che farlo nell’orto! Anche se ci sembra di non avere il pollice verde, facendo esperienza, ci renderemo conto che gli ortaggi sono più facili da gestire rispetto alla maggior parte dei fiori e possono darci grandi soddisfazioni, contribuendo alla nostra salute fisica con tanti prodotti sani e salutari. Non è da sottovalutare il benefico effetto sulla riduzione dello stress mentale, grazie allo stimolo entusiasmante della scoperta continua, la gioia del prendersi cura di una vita in rapida trasformazione, la serenità e il relax della raccolta! Chi lo ha provato conosce bene la soddisfazione di cogliere un pomodoro, un cetriolo, una melanzana od un peperone che si è curato e visto crescere giorno per giorno, scoprendo poi che il gusto è tutt’altra cosa rispetto ai prodotti del mercato. L’orto sul balcone ci permette di cogliere prodotti freschissimi, al giusto grado di maturazione, raggiunto sulle piante senza utilizzare prodotti pericolosi per la salute, proprio nel momento in cui ci servono in cucina.
Un passatempo veramente ricco di stimoli, nuove scoperte e risultati entusiasmanti!
LEGGI ANCHE Coltivare un orto senza residui chimici