Colori da bere | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Colori da bere

Colori da bere

Combattere i malanni invernali con i sapori di frutta e verdura, meglio ancora se raccolta nell’orto di casa: succhi e centrifugati in una gamma di colori intensi e vitali, perfetti per dimenticare la malinconia. 

La stagione autunnale è ricca di colore in natura, ma rischia di essere “grigia” per la nostra salute se non si mettono in atto scelte alimentari importanti per rinforzare l’organismo. I malanni invernali sono in agguato: negli ambienti chiusi di casa, ufficio, scuola, così come nei mezzi pubblici e nei supermercati, circolano immense quantità di batteri e virus che possono provocare problemi che vanno dal raffreddore ad altre patologie più serie. Per difendersi da queste patologie è importante condurre una vita sana, passare molto tempo all’aperto, fare regolarmente sport e prendere alcune cautele: evitare per quanto possibile i luoghi affollati e chiusi, evitare lo stress (favorisce le malattie indebolendo l’organismo), non fumare, umidificare la stanza dove si soggiorna o si dorme, tenere una temperatura fresca (ideale è tra i 20 e i 22°C, non di più), cambiare spesso l’aria aprendo le finestre e fare scelte alimentari sane. Frutta e verdura non devono mancare, e un modo insolito e piacevole per consumare i vegetali freschi è quello di trasformarli in succhi, centrifugati, frullati e smoothies (bevande arricchite con yogurt e, a piacere, con ghiaccio sminuzzato). E naturalmente le spremute (di limone, di pompelmo, di arance…).

Vale la pena di approfittare della frutta e verdura di stagione per ottenere un vero arcobaleno di sapori che ha anche virtù cromoterapiche. Il centrifugato di zucca e carote, il frullato di melone e le spremute di agrumi hanno i colori caldi dell’arancio, tonalità vitale che esprime calore e protezione. Il blu e il viola di mirtilli, prugne, uva e di alcune varietà di cavolo portano all’organismo molte virtù antiossidanti e queste tonalità hanno potere calmante e rilassante. Tutti i succhi verdi, composti da frutti e/o da ortaggi, contribuiscono a esprimere calma ed equilibrio, oltre a portarci fibre utilissime per il buon funzionamento del tratto digerente e l’eliminazione del colesterolo “cattivo”. Il rosso, dal celebre gazpacho di pomodori e peperoni ad altri vegetali autunnali come il melograno, il radicchio rosso, i rapanelli e le pregiate patate rosse, offre proprietà antitumorali. Uno smothie rosso ( con barbabietola rossa, zenzero, coriandolo e mirtilli) o un centrifugato di prugne e frutti di bosco: concentrati di salute, che alle virtù dei vegetali uniscono la forza del colore: il rosso è vita, allegria, energia.

Abituarsi a bere frutta e verdura è un modo per arricchire la dieta di vitamine e fibre, ottenendo un effetto saziante che riduce la tentazione di cedere a snack poco salutari.  E i colori delle verdure e dei frutti che portiamo in tavola, meglio ancora se provengono dal nostro orticello, possono aiutarci a stimolare l’appetito e il benessere del corpo e della mente. I colori dei cibi influiscono sulla nostra psiche: combinando i colori con la qualità di frutti e ortaggi saporiti, i “colori da bere” diventeranno nostri alleati per superare meglio le malinconie autunnali e per prevenire e combattere i malanni di stagione.

IL CONSIGLIO

  • Per un piccolo orto invernale che non teme il gelo è sufficiente scegliere le protezioni idonee. Se l’orto è in vaso si utilizzano le piccole serre da balcone, disponibili anche in modelli ampi e dotati di pratici ripiani dove posare vasi e cassette con ortaggi diversi. Se l’orto è in piena terra può essere protetto con i pratici tunnel in kit.
  • Gli ortaggi autunnali e invernali, molti dei quali sono utilizzabili anche in centrifugati e smoothie (rape, cavoli, barbabietole, rapanelli ecc.) richiedono poco concime, ma non si può farne a meno del tutto. La scelta migliore rimane quella di utilizzare i concimi bio, liquidi (ogni 15 giorni circa) o granulari (ogni 20-25 giorni).
    • Chi desidera agrumi da utilizzare a scopo alimentare potrà scegliere esemplari di limone, mandarino cinese e altre varietà che all’uso commestibile uniscono un importante valore ornamentale. Vanno rinvasati con terriccio per agrumi e nutriti con prodotti specifici; è utile rinforzare le piante con l’impiego di olio di lino, disponibile in preparati da diluire o pronto uso: è utilissimo per prevenire e combattere le coccinigliemente affascinante.