Bigiotteria: gli attrezzi | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Bigiotteria: gli attrezzi

Bigiotteria: gli attrezzi

Il corredo di base per chi si appresta a praticare l’arte della bigiotteria comprende tra gli attrezzi sia oggetti e materiali di uso corrente, presenti praticamente in ogni casa (come aghi, forbici e adesivi), sia strumenti specifici, per l’assemblaggio delle parti, oltre naturalmente a quelli specifici per le diverse tecniche di lavorazione.

  • Pinze e tronchesino: Esistono pinze a punte tonde, ideali per eseguire anellini oppure occhielli con fili di metallo; mezzetonde (o semitonde), per stringere fermini o aprire anelli di chiusura; e infine pinze a punte piatte allungate, utili per agevolare in alcuni casi la presa del filo metallico. Per eseguire tagli netti e precisi si consiglia invece di servirsi di un tronchesino.
  • Forbici, cesoie, lime, succhiello: fili e lastrine di rame si tagliano con forbici e cesoie; le lime a grana fine servono per arrotondare eventuali sporgenze dei fili recisi; il succhiello è utile per praticare piccoli fori.
  • Colle e pistola per colla a caldo: La colla istantanea è il tipo di adesivo più utilizzato per unire fili di nylon. Per collegare due fili di seta, invece, può essere sufficiente una goccia di smalto trasparente per unghie. Una pistola per colla a caldo è l’ideale per fissare oggetti di materiali diversi, soprattutto se non sono richieste finiture particolarmente accurate. Sono disponibili in commercio anche colle specifiche a seconda dei materiali impiegati, a uno o due componenti.
  • Vernici: trasparenti, lucide o satinate, le vernici aiutano a proteggere e spesso anche a valorizzare un gioiello. Date le dimensioni ridotte degli oggetti di bigiotteria, vengono stese con pennellini.
  • Perno avvolgitore per wire-wire: questo strumento permette di realizzare lavori con spirali di fili metallici. Usato da solo o in coppia, è disponibile in diverse dimensioni.
  • Barra graduata per anelli: quando si tratta di realizzare un anello, la barra graduata è utile sia per determinarne il diametro, sia come supporto di lavoro. Basta infilare un anello di uso corrente o un calibro per anelli sulla barra e leggere la misura.
  • Mulinello per infilare le perle: è un attrezzo prezioso per eseguire agevolmente lunghe infilate di perle; si presenta come una scatolina, con un perno all’interno e uno nel coperchio. Per usarlo, si infila il coperchio nella cavità sotto la base della scatola; poi con una mano si fa ruotare la scatola su se stessa e con l’altra si immerge un filo metallico nel recipiente con le perline.
  • Aghi: può essere utile dotarsi di aghi per tutti i tipi di fili. Oltre alle varianti classiche, esistono anche aghi con filo di seta incorporato per infilare le perle e aghi con asola per infilare elastici e fili di nylon.

Per saperne di più: Marisa Lupato, Tutto Gioielli, Giunti 2008