Begonia | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Begonia

Begonia

La begonia è una pianta di origine asiatica o sudamericana. Sono tuberose coltivate per i fiori appariscenti, che possono essere piccoli (B. socotrana sin. Lorena, B. evansiana) o grandi fino a 15 cm. Le più spettacolari sono gli ibridi del gruppo B. x tuberhybrida, alti tra 30 e 60 cm, con belle foglie verdi intenso e una ricca produzione di fiori grandi, semplici o doppi, da giugno a settembre.

FACILITA’ DI COLTIVAZIONE ♣♣♣♣
Pianta facile, indicata anche per chi non ha esperienza, ottima per le zone luminose ma senza sole, ideale anche come idea regalo. Dopo l’acquisto va rinvasata in un contenitore di poco più grande del precedente. Utilizzare un terriccio per piante fiorite, per gerani o un terriccio universale di alta qualità. Non usare mai del terriccio proveniente da altre coltivazioni.
Richiede annaffiature regolari in estate e quando il riscaldamento è acceso; se il terreno è asciutto, le foglie seccano rapidamente. Il terriccio deve essere sempre leggermente umido ma non fradicio a lungo, altrimenti i fusti marciscono alla base o formano muffe.
Svuotate il sottovaso dall’acqua non assorbita dopo 15 minuti.

TEMPO NECESSARIO PER LA CURA ♣
Bastano poche attenzioni: innaffiare quando il terriccio si asciuga e concimare ogni 10-12 giorni per conservare una fioritura instancabile. Chiede poche attenzioni per conservare la bella fioritura,
attirando l’attenzione con i colori e le forme dei fiori. I fiori in genere cadono da soli prima di appassire del tutto; se ciò non accade, asportate le corolle appassite recidendo il loro breve stelo.
L’eliminazione delle corolle appassite favorisce l’apertura dei boccioli che si formano sugli steli vicini. Eliminate anche le foglie secche dalla base degli steli, per evitare muffe.
La begonia ha un fabbisogno nutritivo  elevato: occorre concimare ogni 10-12 giorni per conservare la fioritura. Mai eccedere con la quantità di concime: meglio poco che troppo.
Prima di concimare è bene inumidire il terriccio.

VALORE ESTETICO ♣♣♣♣
Pianta colorata e sempre in fiore, molto adatta anche a comporre gruppi e ciotole miste. La begonia è disponibile in diverse varietà con bei fiori rosa o porpora, e anche in varietà bianche o screziate di rosa e rosso. Gli steli delle piante in vaso possono arrivare a 40-5 cm di altezza ma esistono anche esemplari di piccola dimensione. Il fogliame si allarga poco e la pianta rimane non ingombrante, anche se coltivata in aiuola. Le begonie creano decorazioni fiorite vistose e a bassa manutenzione per tutta l’estate con un costo molto contenuto sia per l’acquisto che per la manutenzione. Ideale anche per le idee regalo.

Ambiente:
Richiede un livello di luminosità elevato, ma non ama il sole; in balcone occorre una zona fresca e luminosa. Vive anche in appartamento.
Vuole temperature calde, minimo 15-20 °C; non teme il caldo se è in ombra luminosa e con elevata umidità ambientale; non rallenta la fioritura neppure nei giorni più afosi. Teme il freddo e le correnti d’aria, ma ha bisogno un ambiente arioso.

Abbinamenti:
Si possono unire con altre piante, ma anche i mix di begonie dello stesso tipo in colori diversi danno ottimi risultati. Le begonie sono ideali per vasi e fioriere sul davanzale o in balcone, dove formano un decoro vistoso e a bassa manutenzione per tutta l’estate, ma sono anche di grande risalto nelle aiuole del giardino.

Problemi e rimedi:

  • Si formano foglie, ma la pianta non fiorisce più: luce troppo scarsa e carenza di concime: spostare in ambiente più luminoso, concimare con un prodotto per piante da fiore.
  • Muffa grigia tra il fogliame: botrite, malattia fungina favorita da troppa umidità. Innaffiare meno, trovare una posizione più ariosa.
  • I fiori cadono: è normale per i fiori ormai vecchi. Se cadono anche i boccioli, la pianta non è in una posizione idonea oppure ha risentito di correnti d’aria fredda.

Curiosità: 

  • Il nome fu dato alla pianta a fine ‘700 dallo scienziato francese Charles Plumier in onore di Michel Bégon, governatore delle Antille, grande appassionato di piante.
  • C’è un tipo di begonia che spesso sopravvive all’inverno: è Begonia grandis evansiana, molto amata dai collezionisti e capace di autodisseminarsi in giardino fino a diventare invadente.
  • Esprime i sentimenti della gratitudine in generale ma soprattutto riferiti all’accoglienza e ospitalità.

Sei interessato alle varietà di begonia? Non perderti il nostro articolo sulla varietà Rex