Alla scoperta dei cactus | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Alla scoperta dei cactus

Alla scoperta dei cactus

La famiglia delle Cactacee comprende ben 3000 specie, e diverse centinaia sono le piante con foglie succulente (aloe, euforbie, agavi…) che vengono comunemente definite “piante grasse”. La scelta è quindi vastissima. I cactus sono compresi nella vasta tipologia delle piante grasse o succulente. La famiglia botanica delle Cactacee racchiude migliaia di specie, tutte dotate di areole, piccole zone circolari da cui crescono i germogli, le spine e i fiori. In molti casi sono evidenti, in altri sono quasi invisibili. La presenza o meno di spine non è un requisito utile per distinguere una Cactacea da altre specie di succulente (Crassulacee, Aizoacee, Euforbiacee ecc.): alcuni cactus non hanno spine, che sono invece presenti, per esempio, su parecchie Euforbiacee.

I fusti carnosi sono “magazzini” di acqua, accumulata per consentire alla pianta di superare periodi di siccità, ma un corretto regime di irrigazione rende i cactus ancora più belli. Le spine servono in natura per difendere la pianta e consentirne la sopravvivenza, ma esistono anche molti tipi di cactus senza spine: i collezionisti li chiamano “cactus inermi”.
La crescita è lenta, ma se la pianta passa l’estate all’aperto, irrigata con moderazione e regolarità, e concimata con un prodotto idoneo, lo sviluppo è notevole e si può assistere alla fioritura. Il terriccio deve essere molto leggero e drenante. Il vaso può essere piccolo nelle prime fasi di crescita, ma poi occorrerà rinvasare in contenitori gradualmente più larghi e profondi.

I cactus sono in genere molto facili, e altrettanto va detto di aloe, agavi, euforbie, sedum, crassula, echeveria, lithops (sassi viventi), semprevivi… Spesso conosciamo queste piante, molto comuni, senza saperne il nome scientifico. Ecco alcune delle loro esigenze:

  • Cactus classici: molto resistenti sia in casa che all’aperto; da ottobre vanno trasferiti in casa o in serra
  • Cactus innestati: non tollerano il pieno sole, meglio un luogo luminoso ma senza sole diretto
  • Cactus di Natale: se tenuta in ambiente fresco in autunno, produce molti fiori in inverno e primavera
  • Agave e aloe: belle foglie succulente, grande resistenza all’aperto, resistono fino a O °C
  • Lithops (sassi viventi): indistruttibili se in piena luce (non sole diretto) e innaffiati pochissimo
  • Sedum: molto resistenti, ideali anche in balcone e giardino, buona resistenza al freddo
  • Sansevieria: foglie succulente elegantissime, ideale in casa e ufficio in piena luce e con poca acqua
  • Echeveria: succulenta facilissima ideale anche per i bambini (non punge), piena luce, poca acqua
  • Aeonium: pianta spettacolare con foglie a rosetta, per casa e balcone, non resiste al gelo intenso
  • Crassula: pianta ramificata con foglie cicciotte, indistruttibile, resiste fino a +5 C°

Scopri il mondo delle PIANTE GRASSE

Tanti consigli su come coltivare le diverse tipologie di piante grasse, e interessanti spunti per curarle al meglio.