Acqua: 8 suggerimenti per evitare gli sprechi | VIRIDEA
Un intero mondo dedicato alla natura, al giardino, alla casa e agli animali, che cambia al mutare delle stagioni e si tinge dei colori più diversi.
Acqua: 8 suggerimenti per evitare gli sprechi

Acqua: 8 suggerimenti per evitare gli sprechi

Inutile dire che l’acqua è un bene purtroppo esauribile e come tale non solo è un dovere considerarla “vitale”, ma è necessario fare di tutto per non sprecarla. Anche nella gestione  quotidiana delle nostre piante o del prato, ci sono alcuni “trucchi” che, se usati con costanza, contribuiranno in maniera sostanziale alla conservazione del prezioso “oro blu”.
Irrigazione automatizzata: Consente di dosare le somministrazioni di acqua e, utilizzando centraline automatiche e appositi tester, sospendere l’irrigazione se piove o se la terra è ancora abbastanza umida.
Microirrigazione: Detta anche a goccia, si effettua mediante un con tubo poroso o microzampilli, evita sprechi e pozzanghere, e le piante crescono meglio. Anche in questo caso, l’utilizzo di una centralina di controllo dei tempi e dei flussi di acqua è indispensabile
Innaffiare di notte:  La terra non è bollente, assorbe l’acqua meglio, non c’è evaporazione rapida (e comunque è ridotta rispetto al giorno) e tra l’altro non stressa le radici di piante ed erba, con schok termici.
Conchette intorno alle radici: Sono estremamente utili per non disperdere l’acqua e convogliarla subito verso le radici di fiori, ortaggi, cespugli, alberi e siepi.
Raccogliere l’acqua piovana: Il recuper o in cisterne o botti consente di utilizzarla per innaffiare e allo stesso scopo si possono recuperare le acque bianche senza detersivi (es. quelle del lavaggio di frutta e verdure)
Pacciamatura: Con teli appositi e corteccia sminuzzata, cippato di legno, squame di pigne, gusci di nocciole, lapillo ecc., è la soluzione che protegge il suolo dalla dispersione di umidità e dallo sviluppo di infestanti.
Scegliere bene le piante: Le succulente come l’agave oppure tante altre specie che tollerano bene il caldo e l’aridità sono la soluzione migliore anche per limitare al minimo il lavoro ed evitare le perdite di piante delicate.
Terrazzi e aiuole a prova di siccità: Molti fiori africani come la gazania, australiani o mediterranei possono regalare lunghissime fioriture accontentandosi di poca aqua…

Leggi anche

3 piante da fiore che hanno bisogno di poca acqua